Press

PRESS in update

Forlì Today- Supplemento al plurisettimanale telematico “RomagnaOggi” – 18 settembre 2019 10:18

Eventi – Dal 21/09/2019 al 21/09/2019“

“Salute in Musica”, si parla di nutrizione alla settimana del Buon Vivere

L’équipe multidisciplinare del Centro Obesità Nutrizione Clinica di Ospedali Privati Forlì, con sede a Villa Igea, arricchisce anche quest’anno il programma del Festival del Buon Vivere con un momento di approfondimento dedicato al benessere ed al suo rapporto con la nutrizione. Sabato 21 settembre a partire dalle ore 9 al Liceo Musicale di Forlì (corso Garibaldi 98) si tiene un incontro dal titolo “Salute in Musica”. Al centro del racconto c’è una recente esperienza condotta con i pazienti affetti da obesità della struttura sugli effetti della musica su ansia e depressione: è stata realizzata una esperienza di ricerca incentrata sulla musica, in collaborazione con Luciana Bigazzi, pianista e compositrice che affianca all’attività artistica anche progetti educativo-didattici per la diffusione della pratica strumentale e che sarà presente nella giornata. A parlarne per gli Ospedali Privati Forlì ci sarà la dott. Debora Battani, psicologo psicoterapeuta del Centro obesità e nutrizione clinica.

L’analisi dei dati emersi e l’approfondimento di risultati ed effetti della musica sul benessere psico-fisico dei partecipanti, saranno seguiti, poi, dalle 11 con un Seminario di interpretazione e creatività musicale curato da Luciana Bigazzi, dedicato agli studenti del Liceo artistico e musicale statale di Forlì.

L’iniziativa dà seguito alla collaborazione avviata oramai 7 anni fa tra la Settimana del Buon Vivere e il Centro Obesità Nutrizione Clinica (…).

Redazione di Forlì Today

 

 

Romagna Terra del Buon Vivere – Settimana del Buon Vivere – Dal 21 al 29 settembre 2019 a Forlì e in Romagna
“SALUTE IN MUSICA”
Convegno e Laboratorio – Istituto Musicale Masini, Forlì

Condivisione dei risultati della sperimentazione sugli effetti della musica su ansia e depressione nei pazienti seguiti dal Centro Obesità e Nutrizione Clinica.
Laboratorio di creatività musicale per la “salute in musica” con Luciana Bigazzi – Musicista
a cura di Centro Obesità e Nutrizione Clinica Villa Igea Ospedali Privati Forlì, NCM e Ass.ne Handling Hands
settimanadelbuonvivere.it/eventi/salute-in-musica/

 

 

Tgcom.24 Mediaset – 3 gennaio 2019 – 14:02

Rubriche – POPULAR

Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna lanciano “Return to Hong Kong live for guitar and piano”

I due musicisti offrono al pubblico molto più di un semplice concerto, ma un momento per poter immaginare e ricevere sensazioni positive dall’esecuzione dei due artisti. Con una solida esperienza alle spalle, sia nella composizione che nella esecuzione vera e propria, Maurizio e Luciana hanno aperto ormai da anni un interessante dialogo con la musica e quindi con la cultura dell’Asia.

“Return To Hong Kong live for guitar and piano” colpisce per il virtuosismo mai fine a se stesso dei due musicisti, ma anche per il modo in cui Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna sanno far dialogare i rispettivi strumenti, arrivando ad emozionare chi ascolta.

Segue l’intervista

Giancarlo Bastianelli

https://www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/Popular

 

 

CRONACA QUI – Torino – martedì 4 dicembre 2018 – Pag. 38
FIRMACOPIE

Colonna, Bigazzi e Hong Kong

Quando la chitarra classica di Maurizio Colonna incontra il pianoforte di Luciana Bigazzi, nasce sempre qualcosa di speciale. I due artisti noti in tutto il mondo oggi pomeriggio dalle 18,30, saranno alla Feltrinelli Express di Porta Nuova per la presentazione del cd “Return to Hong Kong live”, che testimonia l’esibizione del duo musicale nell’isola che ha fatto ritorno alla Cina nel 1997 (…) memorabile concerto (…) un viaggio ed un concerto travalicano i confini per andare dritti al cuore delle cose e alla loro essenza, oltre lo steccato o barriera culturale.

(g. m.)

 

 

la Repubblica – martedì 4 dicembre 2018

XIV – Giorno e Notte

La presentazione

Bigazzi-Colonna alla Feltrinelli

Dopo essersi esibito con successo allo Youth Square Y Theatre di Chai Wan a Hong Kong, il duo composto dai musicisti Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi intrattiene il pubblico della Feltrinelli per un concerto estemporaneo in libreria.

Gabriella Crema

 

 

LA STAMPA – TorinoSette – 30 novembre 2018

Il concerto di Hong Kong nel cd di Colonna e Bigazzi

LA PRESENTAZIONE a PORTA NUOVA

Quello di Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi è un sodalizio (…). Chitarrista lui, pianista lei, sono attivi come esecutori e come autori. In questa doppia veste hanno ottenuto un caloroso successo a Hong Kong (…). Un cd, dal titolo “Return to Hong Kong Live”, immortala quel concerto con una piacevole scaletta di 14 brani di varia ispirazione tra i quali (…) spiccano “An Italian woman in Hong Kong”, “Berthe Morisot au bouquet de violettes” e “Florentia – omaggio a Firenze”. Martedì 4 dicembre (…) la possibilità di conoscere questo affascinante repertorio.

Leonardo Osella

 

 

A.N.L.A.I ASSOCIAZIONE NAZIONALE LIUTERIA ARTISTICA ITALIANA – Cremona, 20 giugno 2018

ha condiviso una foto – Facebook

Grazie a Luciana Bigazzi grande artista ospite e protagonista di uno dei concerti di Cremona Classica Eventinmusica 2018 presso gli studi di Cremona 1 TV.

https://www.facebook.com/ANLAI-ASSOCIAZIONE-NAZIONALE-LIUTERIA-ARTISTICA-ITALIANA-60715087016/

 

 

Istituto Italiano di Cultura – Hong Kong – 27 giugno 2018

Il concerto di Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna è stato sicuramente uno dei più interessanti della programmazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong nel 2017, come del resto testimonia l’entusiastica partecipazione di pubblico, rimasto soggiogato dalle atmosfere sognanti evocate dagli artisti. Vale la pena sottolineare che tutti i brani sono composizioni originali degli artisti, e che il pubblico hongkonghino ha avuto il privilegio di assistere alla prima esecuzione mondiale di alcuni di essi. Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna formano un duo elegante, preparato, altamente professionale; si nota subito la perfetta sintonia tra i due strumentisti, che nel susseguirsi dei brani danno vita a quadri onirici, riflessivi, e a tratti struggenti e passionali. Luciana Bigazzi si esprime in modo intimo e dolce, con tonalità in parte orientaleggianti, trasmettendo serenità ed energie positive; Maurizio Colonna ha un timbro caldo, avvolgente, di chiara impronta mediterranea, ed esegue i suoi brani con un’impeccabile bravura tecnica.

Andrea Giagnoli, Director

 

 

Det italienske kulturinstitutt i Oslo – IIC Oslo – Oslo (Norway) 30 May 2018

Gitar- og pianokonsert med Luciana Bigazzi og Maurizio Colonna ikveld på IIC kl. 18.30. Duoen spiller egne låter og det blir urfremføring av noen komposisjoner som er en hyllest til Norge, Edvard Grieg og nordlyset.

Fri entré og alle er hjertelig velkommen.

https://www.facebook.com/DetItalienskeKulturinstituttIOslo/?ref=br_rs – Data e Ora di pubblicazione: 30 maggio 2018, 14:23

 

 

9 COLONNE – News quotidiane – 14 maggio 2018

BigItaly focus

Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna: concerto per piano e chitarra

La pianista-compositrice Luciana Bigazzi e il chitarrista-compositore Maurizio Colonna saranno in concerto all’Istituto italiano di Cultura di Oslo mercoledì 30 maggio. I due musicisti, noti per i loro stili inconfondibili, hanno realizzato numerosi album solistici e in duo, tra i quali ricordiamo “Reflections in the night – Live in London”, “Christmas, for guitar and piano – Live” e “Live in Hong Kong”. I loro album più recenti sono “FLOWERS for Piano”, di Bigazzi e il progetto “POP STUDIES for Guitar” di Colonna.

(9colonne)

https://www.9colonne.it/public/159100/luciana-bigazzi-e-maurizio-colonna-br-concerto-per-piano-e-chitarra#.WxQnp58zbIU

(© 9Colonne)

BigItalyFocus è un servizio di news quotidiane che offre informazioni e approfondimenti sul meglio della presenza italiana nel mondo. Dal lunedì al venerdì, offre un panorama di informazione completo che spazia dalle attività di cooperazione al made in Italy

 

 

TELEREGIONE TOSCANA – Channel 86 – 19 marzo 2018
MUSICA – NEWS
Il convegno medico Sincronica.. Mente 2018 esalta la quantistica cromatica delle nostre cellule, piccoli mattoni che vibrano e quindi emettono musica ..

Sabato 17 Marzo all’Ospedale di S. Maria Nuova a Firenze ben 9 interventi, orchestrati dal dottor Paolo Scarsella, esperto di Terapia del dolore (…). Come ho detto nei miei due brevi interventi, mi sono emozionato ed ho perciò ringraziato tutti i relatori ed anche i numerosi presenti: vedere il Salone Martino V così stipato non capita tanto facilmente. Pur giungendo da esperienze diverse (sia universitarie, ma anche lavorative) ognuno dei relatori ha posto al centro del suo intervento l’uomo e non la malattia, come invece ci è stato insegnato negli ultimi secoli, forgiati a fuoco dalla chimica di sintesi e dal mero commercio, ormai globalizzato nelle sue strategie di marketing. (…) Il finale è con Luciana Bigazzi, artista che mi permetto di presentare (…) Luciana Bigazzi comunica con la sua musica e dice che il parlare non è il suo pregio maggiore: eppure mette una tale carica in quello che dice da far annuire tutti i presenti. Rivendica il valore terapeutico della musica e di come questa invece abbia scarsa considerazione nella galassia italiana, scoperchiando vasi pandoriani come l’insegnamento nella scuola dell’obbligo o lanciando il suo j’accuse nei confronti di quella che dovrebbe essere il massimo livello dello studio della musica e che invece già nel suo nome tradisce una impostazione conservatrice … (…) Il convegno Sincronica .. mente 2018 è stato organizzato con il patrocinio della Fondazione Paolo Procacci e della USL Toscana Centro.

Sara Benvenuti

Tele Regione Toscana tv

Fonte: MUSICALNEWS.COM – 18/03/2018

 

 

MUSICALNEWS.COM – 18/03/2018
Il convegno medico Sincronica.. Mente 2018 esalta la quantistica cromatica delle nostre cellule, piccoli mattoni che vibrano e quindi emettono musica ..

Sabato 17 Marzo all’Ospedale di S. Maria Nuova a Firenze ben 9 interventi, orchestrati dal dottor Paolo Scarsella, esperto di Terapia del dolore (…). Come ho detto nei miei due brevi interventi, mi sono emozionato ed ho perciò ringraziato tutti i relatori ed anche i numerosi presenti: vedere il Salone Martino V così stipato non capita tanto facilmente. Pur giungendo da esperienze diverse (sia universitarie, ma anche lavorative) ognuno dei relatori ha posto al centro del suo intervento l’uomo e non la malattia, come invece ci è stato insegnato negli ultimi secoli, forgiati a fuoco dalla chimica di sintesi e dal mero commercio, ormai globalizzato nelle sue strategie di marketing. (…) Il finale è con Luciana Bigazzi, artista che mi permetto di presentare (…) Luciana Bigazzi comunica con la sua musica e dice che il parlare non è il suo pregio maggiore: eppure mette una tale carica in quello che dice da far annuire tutti i presenti. Rivendica il valore terapeutico della musica e di come questa invece abbia scarsa considerazione nella galassia italiana, scoperchiando vasi pandoriani come l’insegnamento nella scuola dell’obbligo o lanciando il suo j’accuse nei confronti di quella che dovrebbe essere il massimo livello dello studio della musica e che invece già nel suo nome tradisce una impostazione conservatrice … (…) Il convegno Sincronica .. mente 2018 è stato organizzato con il patrocinio della Fondazione Paolo Procacci e della USL Toscana Centro.

Giancarlo Passarella

http://www.musicalnews.com/ – Pubblicato il 18/03/2018 alle 19:55:53

 

 

Facebook.com – Giancarlo Passarella – Firenze, 18 marzo 2018

Stamani il sesto convegno Sincronica.. Mente mi ha emozionato per l’alto livello medico dei relatori: ma dove mi sono realmente emozionato è sentire Luciana Bigazzi tessere le lodi del valore comunicativo e terapeutico della musica … quella cromatica che profuma dei fiori semplici della nostra natura … come quello del melo che lei ha messo in copertina del suo recente cd..!

Giancarlo Passarella, Coordinatore presso “Musical News .com” e Presidente presso “Ululati dell’Underground”, fan club & fanzine meeting of Italy

 

 

Chitarra acustica – N. 03 – 2018 – mensile – Italy
Artisti
La nuova musica classica

Intervista a Maurizio Colonna & Luciana Bigazzi

(…) Maurizio Colonna, virtuoso chitarrista-compositore classico da sempre aperto a incursioni e collaborazioni in altri ambiti musicali, e Luciana Bigazzi, a sua volta elegante e sensibile pianista-compositrice classica di orientamento non tradizionale, si presenta come una gran bella coppia nella musica come nella vita. Insieme hanno dato la luce nel 2006 all’etichetta NCM, New Classic Music, che nelle parole di Maurizio rappresenta “un modo di intendere il fare musica, di pensare la musica, che coinvolga la creatività contemporanea”, e secondo Luciana “vuole favorire l’espressività del compositore di oggi che suona la propria musica” (Chitarre, giugno 2006). Sotto questa bandiera hanno realizzato numerose produzioni discografiche ed editoriali come solisti e in duo. Li incontriamo oggi per parlare delle loro ultime uscite: i due volumi con CD allegato 25 Pop Studies for Guitar e Pop Studies for Guitar – Second Series di Maurizio, e l’album Flowers for Piano di Luciana.

Segue l’intervista

Andrea Carpi

chitarra acustica – N. 03 – 2018 – Pagg. 26, 27, 28, 29, 30

 

 

DONNA MODERNA – 14 FEBBRAIO 2018 – “DONNA MODERNA” – 14 FEBBRAIO 2018 – SETTIMANALE
PLAYLIST – COSA SUCCEDE – MUSICA
LUCIANA BIGAZZI

Chi è.

In Italia è poco nota al grande pubblico. Ma a livello internazionale è un’artista affermata: in coppia con il chitarrista classico Maurizio Colonna si è esibita nel concerto in mondovisione “One world One Family One Love” in occasione dell’incontro di Papa Benedetto XVI con le famiglie, e nel 2014 ha riempito il grande “Sheung Wan Civic Centre Theatre” di Hong Kong.

Il nuovo album.

S’intitola Flowers for Piano. “La musica, soprattutto classica, ha bisogno di ritrovare la sua naturalezza e spontaneità” spiega Luciana Bigazzi. “Flowers for Piano è dedicato al mondo dei fiori: 21 melodie, da White Roses ad Azalea a Hanami, ispirato alla meravigliosa fioritura dei ciliegi giapponesi”.

Vera Caprese

DONNA MODERNA – 14 febbraio 2018 N. 9 – Anno XXXI – Pag. 56

 

 

TGcom 24 – MEDIASET – 1 FEBBRAIO 2018 18:25 – Intervista
A “Popular” la pianista e compositrice Luciana Bigazzi lʼartista ha pubblicato il suo nuovo lavoro “Flowers For Piano”

Luciana Bigazzi eclettica compositrice e pianista ha pubblicato il suo nuovo album “Flowers for Piano”. Un suggestivo incontro tra musica e natura, dove i fiori sono una forte fonte di ispirazione per la musicista.

Luciana ha iniziato a suonare il piano all’età di cinque anni, si è poi diplomata al Conservatorio di Torino e ha conseguito un diploma in clavicembalo al Conservatorio di Milano.

Ha preso parte a numerosi festival internazionali e a trasmissioni televisive.

Nel 2012 in coppia con il chitarrista classico Maurizio Colonna ha suonato a Milano per l’incontro di Papa Benedetto XVI con le famiglie nel concerto “One World One Family One Love”, trasmesso in mondovisione, e nel novembre del 2014, sempre con Colonna, ha riempito il grande “Sheung Wan Civic Centre Theatre” di Hong Kong. Quel concerto è poi diventato un disco, “Live in Hong Kong”.

Luciana Bigazzi è nostra gradita ospite a “Popolar” e così ci ha parlato del suo amore per la musica e per la natura.

“Da tempo desideravo dedicare un intero CD alla natura – dice la musicista -, ho scelto i fiori perché sin da bambina ne ero attratta per i loro colori, le forme fantasiose e i profumi. Questa passione si è alimentata sempre di più. La musica è vita: oggi, più di ieri, la musica ha bisogno di ritrovare la sua naturalezza, spesso velata dal protagonismo degli umani, che sono incuriositi più dai suoni che dai silenzi. I fiori non fanno rumore, crescono in un apparente silenzio, che però non è assoluto e porta con sé vibrazioni che noi non riusciamo a percepire, ma che esistono. Il CD, che è nato con un approccio musicale libero da teorie sovrastrutturate, è un tributo a quel mondo naturale di cui l’essere umano fa parte.

La tua musica “porta” l’ascoltatore anche verso mete esotiche come la Cina e il Giappone…

Nelle mie musiche ricorrono più volte atmosfere melodiche e armoniche che ricordano l’Oriente, ma in “Flowers for Piano” solo in qualche brano l’ascoltatore è portato a immaginare terre esotiche. Sono tanti i fiori che hanno origini orientali. I brani scritti in omaggio ai _ori cinesi e a quelli giapponesi sono rispettivamente “Zhu Sha Lei”, che è il nome di una delicatissima varietà di peonie, e “Hanami”, un tributo alla tradizione giapponese di andare per parchi e giardini ad ammirare la spettacolare fioritura dei ciliegi.

Secondo te anche la musica emana un suo “profumo”?

La musica è costituita da suoni, silenzi e, soprattutto, energie: ogni volta che la ascoltiamo si viene messi in contatto con le atmosfere timbriche, armoniche, melodiche e ritmiche della fantasia del compositore e si riceve anche, in modo più o meno intenso, l’energia trasmessa dagli interpreti che la eseguono. Questi aspetti musicali sono molto simili ai tratti che caratterizzano il profumo. Se vogliamo pensare alla sinestesia, allora potremmo affermare che la musica diffonde un suo “profumo”, fatto di miscelazione di ingredienti. Le fragranze profumate si differenziano per il grado di evaporazione e per la persistenza, e sono riconoscibili dalle “note di testa” (essenze che attraggono subito l’attenzione), dalle “note di cuore” (essenze molto persistenti che rappresentano l’anima del profumo) e dalle “note di fondo” (essenze che lasciano il ricordo della

personalità del profumo), proprio come avviene nelle parti presenti nei brani musicali. Le fragranze dei profumi sono raggruppate in famiglie olfattive e la musica si sviluppa spesso su tonalità che hanno nomi identificativi e che producono stati emozionali distinti. La musica viaggia nell’aria e nei corpi con uno sviluppo temporale, come succede col profumo che, durante gli ascolti, può essere percepito o immaginato. Sarebbe interessante approfondire questa tematica nel campo delle neuroscienze.

“Flowers for Piano” è coprodotto da Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna

POPULAR LUCIANA BIGAZZI

Giancarlo Bastianelli

 

 

Repubblica.it – R.it – Torino – venerdì 01 dicembre 2017
MUSICA
FLOWERS FOR PIANO

Alle 18.30 alla Feltrinelli Express della stazione di Porta Nuova Torino, incontro con Luciana Bigazzi per la presentazione del suo album “Flowers for piano”: un lavoro di musica strumentale che conduce l’ascoltatore in un coinvolgente percorso sensoriale lungo settantacinque minuti, in tributo ai fiori. (…).

Gabriella Crema

Pag. 4/7

http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/12/01/news/appuntamenti-182677521/

 

 

CRONACA QUI – TORINO – Venerdì 1 Dicembre
FIRMACOPIE
Luciana Bigazzi e il suo piano

Ha iniziato a suonare il piano all’età di cinque anni, si è poi diplomata al Conservatorio di Torino e ha conseguito un diploma in clavicembalo al Conservatorio di Milano. Ha preso parte a numerosi festival internazionali e a trasmissioni televisive. Nel 2012 (…) ha suonato a Milano per l’incontro di Papa Benedetto XVI con le famiglie nel concerto “One World One Family One Love” (…). Ora Luciana Bigazzi torna alla Feltrinelli con un nuovo disco, “Flowers for piano”, edito da Machiavelli Music. Ne parlerà oggi al pubblico in un incontro che si terrà a partire dalle 18,30.

(l.mo.)

 

 

CRONACA QUI – Torino – Anno LXVIII n. 237
CRONACAQUI.it  – TORINO, 01 dicembre 2017 14:56
Tempo libero – Spettacolo

Oggi il lancio alla Feltrinelli

“Flowers for Piano”, il nuovo disco di Luciana Bigazzi è dedicato al mondo dei fiori

Nel suo ultimo album la pianista e compositrice torinese conduce l’ascoltatore in un coinvolgente percorso sensoriale

UN ALBUM DEDICATO AL MONDO DEI FIORI

Con quest’ultimo album dedicato al mondo dei fiori, la pianista e compositrice torinese conduce l’ascoltatore in un coinvolgente percorso sensoriale. Lo fa attraverso ventuno brani (…). Tutti caratterizzati da un raffinato pianismo. Tra le composizioni sono presenti tributi significativi, come “Green Wave Tulip”, in ricordo dell’archistar Zaha Hadid, l’omaggio all’Impressionismo di Édouard Manet e Berthe Morisot in “Berthe Morisot au bouquet de violettes”, un tributo ai fiori cinesi con “Zhu Sha Lei” e un altro ai fiori giapponesi “Hanami”. Florentia rende omaggio a Firenze ed Elleboro, fiore detto anche «Rosa di Natale», è un dolcissimo canto natalizio. E ancora “Lily of the Valley”, “Hoya”, “Flowers”, “Daisies”, “Blue Moon Rose”, “Rock Rose”, “Pink Hollyhocks”, “White Roses”, “Traveller’s Joy”, “Moonlight Bay Camellia”, “Teddy Bear”, “Soir de Tubereuse”, “Alba Plena”, “Azalea”, “Gertrude Jekyll Rose”.

Luigina Moretti

 

 

www.lastampa.it – 30/11/2017
LE AGENDE di TO / LA STAMPA – TorinoSette – Edicola digitale

Agenda: POP E JAZZ  –   Stazione Di Porta Nuova, Torino Da venerdì 01 dicembre Alle 18 Telefono: 011/5620830

LUCIANA BIGAZZI PRESENTA IL SUO ALBUM ALLA FELTRINELLI EXPRESS

“Flowers for piano” il titolo del nuovo disco che Luciana Bigazzi presenta al pubblico. Il raffinato pianismo che caratterizza l’album esprime energie profonde, attraverso ventuno brani dedicati al mondo dei fiori. Una nuova musica strumentale, che conduce l’ascoltatore in un coinvolgente percorso sensoriale. Nelle sue interpretazioni i suoni si legano naturalmente ai silenzi, nei brani più meditativi, per poi entrare in dimensioni ritmico-armoniche inebrianti e vivaci.

http://www.lastampa.it/2017/11/30/torinosette/eventi/luciana-bigazzi-presenta-il-suo-album-alla-feltrinelli-express-PhunowyVWV6ovpw0rCzVJP/pagina.html?to7%5Bdata%5D%5Btype%5D=atenei

 

 

www.machiavellimusic.com – 23 novembre 2017
news
Blue Moon Rose

Guarda il video di Blue Moon Rose, della nostra amatissima pianista Luciana Bigazzi!

Blue Moon Rose, presentato in anteprima presso l’Italian Cultural Institute in Hong Kong, è incluso nel nuovo album FLOWERS for Piano.

http://www.machiavellimusic.com/it/news/2017/blue-moon-rose

 

 

ISTITUTO ITALIANO di CULTURA – HONG KONG – 01 March 2017
Luciana Bigazzi & Maurizio Colonna Piano and Guitar Concert

Great night thanks to Maestro L. Bigazzi & Maestro M. Colonna performance Tuesday, 28 February 2017.

https://www.facebook.com/pg/istituto.dicultura/photos/?tab=album&album_id=1679452375688979

 

 

Profumeria Artistica Marina Parfums | Facebook    Pescara, 02-12-2016
Esxence Affinità creative: la musica di Luciana Bigazzi incontra l’arte olfattiva di Keiko Mecheri.

Grande interpretazione ed eleganza.

Un grande grazie, di cuore, a Luciana Bigazzi che ci ha saputo portar via sulle ali dell’emozione con le sue composizioni.

Notizia rilevata il 04-12-2016

https://it-it.facebook.com › Luoghi › Pescara › Negozio di cosmetici

 

 

MusicalNews.com  –  Firenze, 22/11/2016
Recensioni

Sincronica…mente, un convegno medico pieno di galline rock e riflessioni junghiane

Sala piena Sabato 12 Novembre all’Ordine dei Medici di Firenze: il quinto convegno organizzato dal dottor Paolo Scarsella (…)

(…) Semplicemente emozionante: da questa esperienza, siamo usciti più rafforzati (…)

Luciana Bigazzi = con un suo videoclip (e le atmosfere eteree contenute) è partito il convegno: l’artista ha commosso, quando ha raccontato la sua esperienza allo Sheung Wan Civic Centre Theatre di Hong Kong, così come il brano ha ampiamente dimostrato. (…)

Adele Griseldi

http://www.musicalnews.com/articolo.php?codice=34628&sz=4

 

 

R.it / TORINO – La Repubblica – 26 novembre 2015
Cronaca

I torinesi Colonna e Bigazzi: Con chitarra e pianoforte abbiamo conquistato Hong Kong”

Il duo ha “sbancato” tra gli applausi lo Sheng Wan Civic Centre Theatre e quel concerto è diventato un disco che si presenta alla Feltrinelli Express. “Abbiamo esportato la musica italiana assieme a Einaudi e Fossati”

Due musicisti torinesi hanno conquistato Hong Kong. Non sono dj di chillout ma il chitarrista classico Maurizio Colonna e la pianista-compositrice Luciana Bigazzi. Nel novembre 2014 hanno riempito il grande Sheung Wan Civic Centre Theatre. Quel concerto ora è diventato un disco, che viene presentato oggi alle 18.30 alla Libreria Feltrinelli di Porta Nuova. (…)

(Segue l’intervista)

Nicola Gallino

http://torino.repubblica.it/cronaca/2015/11/26/news/i_torinesi_colonna_e_bigazzi_con_chitarra_e_pianoforte_abbiamo_conquistato_hong_kong_-128247923/

 

 

TGCOM 24 – 13 novembre 2015
A “Popular” Bigazzi e Colonna
Parlano del lavoro “Hong Kong Live”

(…)”Hong Kong Live”, è il nuovo lavoro discografico di Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi. L’album è stato registrato dal vivo  (…).

La pianista e compositrice Luciana Bigazzi e il chitarrista e compositore Maurizio Colonna presentano un mondo musicale ricco di sfumature e suggestioni, dove il pianoforte e la chitarra si intrecciano, arricchendosi a vicenda, in ogni raffinata interpretazione musicale.

I due strumenti ed i loro interpreti creano un dialogo profondo che trova la sua espressione in un repertorio originale, completamente scrittto dai due musicisti che sono entrambi compositori rinomati per i loro rispettivi strumenti. Luciana e Maurizio sono con noi questa settimana a “Popular”. (…)

(Segue intervista)

http://www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/a-popular-bigazzi-e-colonna_2143776-2015  17/11/2015

 

 

Parfum Plus Magazine – April 28, 2015  – India – Middle East – South East Asia
Events

7th Edition Of Esxence Hosted In Milan This Year

More than 156 celebrity brands were showcased to the public when the one of its kind exhibition for niche perfumery fans premiered in Milan from the 26th to 29th March this year

Esxence – The scent of Excellence, a unique exhibition that deals with exhibiting the latest in the domain of niche perfumery received an overwhelming response from perfume connoisseurs across the globe when its latest edition was hosted recently in Milan. (…)

The participants of the exhibition came from Italy, France, UK, US, UAE and many other countries.

The concept of this 7th edition was the combination of music and perfume. For instance, Musician Luciana Bigazzi collaborated with perfumer Keiko Mecheri to introduce the harmony of music and perfume. (…)

parfumplusmag.com – FOUR PLUS MEDIA

 

 

PAPER BLOG – 08 aprile 2015 (Grace G @beautycove)
Esxence 2015 – quattro giorni di emozioni con la profumeria artistica

“(…) Emozione pura durante la splendida performance musicale con Luciana Bigazzi” (…)

Grace G.

http://it.paperblog.com/esxence-2015-quattro-giorni-di-emozioni-con-la-profumeria-artistica-2789626/

 

 

Fragrantica.com perfumes magazine – 04/04/2015
Art Books Events
ESXENCE 2015: Fragrances and the People Who Create Them

It was a perfect perfume exhibition, the seventh Esxence: The Scent of Excellence, held in Milan March 26-29, 2015. (…) The exhibition was held for the first time in The Mall (…). Together with a black piano from C. Bechstein, symbolizing the musical theme of the exhibition (seven years – seven musical notes – fragrances are like music and play chords, a symphony of fragrances), it prepared you for the abundance inside (…) Keiko Mecheri & Luciana Bigazzi

Serguey Borisov

Fragrantica® Inc, San Diego, CA United States

http://www.fragrantica.com/news/ESXENCE-2015-Fragrances-and-the-People-Who-Create-Them-6563.html

 

 

Trouver votre parfum.blog spot.it – sábado, 4 de abril de 2015
Pagine 2, 3 di 37
BEM-VINDO AO E.S.P FASHION BLOG BRASIL
ESXENCE 2015: Fragrances and the People Who Create Them

It was a perfect perfume exhibition, the seventh Esxence: The Scent of Excellence, held in Milan March 26-29, 2015. By and large, it had only one drawback: gigantism.

The exhibition was held for the first time in The Mall and even the huge floor was not enough. (…)

Together with a black piano from C. Bechstein, symbolizing the musical theme of the exhibition (seven years – seven musical notes – fragrances are like music and play chords, a symphony of fragrances), it prepared you for the abundance inside: Keiko Mecheri & Luciana Bigazzi (…)

Serguey Borisov

http://trouvervotreparfum.blogspot.it/2015/04/esxence-2015-fragrances-and-people-who.html

 

 

Kosmeticanews.it – 2 aprile 2015
Redazione / Eventi
Profumeria Artistica: un incontro tra fragranze e musica

Tema centrale di questa edizione di Esxence – The Scent of Excellence è stata la musica: omaggio all’affinità del mondo delle fragranze con note ed accordi che si basano, invece che sulle 7 note del pentagramma, sulle 7 famiglie olfattive. Similitudine che viene celebrata proprio in occasione del 7° anniversario dell’Evento.

Le armonie di un bellissimo pianoforte a coda C. Bechstein e le vibrazioni delle tavole armoniche di Opere Sonore, entrambi costruiti con il legno dei violini di Stradivari, hanno accolto il pubblico del Salone, diffondendo le note nella lounge. (…)

L’attenzione alla cultura del profumo ha avuto un deciso incremento di appassionati, che hanno seguito attentamente gli incontri svolti durante le giornate nella  sala convegni: dal concerto profumato del compositore e naso Laurent Assoulen, all’aperitivo ispirato alle composizioni olfattive dai richiami musicali, ma anche esecuzioni musicali di grandi artisti contemporanei, come Luciana Bigazzi.

Ilaria Borgna

 

 

Keiko Mecheri – Facebook · 29 marzo 2015 – alle ore 13.11

“Luciana, thank you so very much for sharing your music with us at Esxence. Your compositions reveal your elegance, beauty, and emotion that is quite moving.

I am very touched and honored that you had created a composition for my perfumes. I also had a wonderful time being able to perform with you”.

https://www.facebook.com/pages/LucianaBigazzi/53694832106

 

 

Profumeria Artistica Marina Parfums – facebook 26 marzo 2015
Esxence
Affinità creative: la musica di Luciana Bigazzi incontra l’arte olfattiva di Keiko Mecheri

Grande interpretazione ed eleganza.

https://www.facebook.com/marina.parfums/videos/

 

 

Beauty Lounge – March 26, 2015
Esxence: Incomincia il Viaggio…

Parole che suonano e profumano quale parte di un pentagramma scritto e olfattivo che prenderà vita oggi presso la tanto attesa e prestigiosa rassegna internazionale della Profumeria Artistica: Exsence. 7 le Edizioni, 7 le note musicali, 7 le famiglie olfattive: un accordo dei sensi fatto di pura armonia in cui Musica d’Autore si incontrerà con il Pentagramma Olfattivo della prestigiosa Profumeria Artistica. Il tanto atteso evento spalancherà le porte alle 10:30 di questa mattina per concludersi domenica e verrà ospitato al The Mall, in piazza Lina Bo Bardi, Porta Nuova, a Milano. (…)

Musica e Olfatto si incontreranno in danze sensoriali giovedì alle 17:30 in cui si assisterà al talento della pianista e compositrice Luciana Bigazzi, la quale attraverso un percorso musicale renderà omaggio all’arte profumiera di Keiko Mecheri. Un’occasione davvero imperdibile che tradurrà in emozioni il profondo legame tra olfatto e udito, musica e profumo, l’arte di Luciana e Keiko, legate da una sensibilità estetica e da una profonda ricerca interiore.

Paola Nanni

http://www.beautylg.com/2015/03/1411/

 

 

About fragrances – 26-03-2015 Ore 22,00
https://www.facebook.com/aboutfragrances 
About fragrances ha aggiunto 4 nuove foto datate 26 marzo alle ore 22.00.

“Da brividi … Grande emozione per il concerto della pianista e compositrice Luciana Bigazzi a conclusione della prima giornata”.

#‎lucianabigazzi ‪#‎keikomecheri

/aboutfragrances/photos/pcb.1032898890057130/1032893663390986/?type=1

 

 

TGCOM 24 – MEDIASET – 25 marzo 2015
www.tgcom24.mediaset.it
Pagine 3 di 3

Rubriche – “POPULAR”

Luciana Bigazzi a “Popular”

La pianista-compositrice presenta il suo nuovo album “Full Moon”

di Giancarlo Bastianelli

12:52 – Si intitola “Full moon” il nuovo lavoro discografico della pianista-compositrice Luciana Bigazzi che con questa produzione continua il suo percorso creativo (…). Modalità e tonalità sono compresenti in un linguaggio musicale raffinato, supportato da una straordinaria sensibilità interpretativa. Modalità e tonalità sono compresenti in un linguaggio musicale raffinato, supportato da una straordinaria sensibilità interpretativa. Il pianismo di Luciana Bigazzi, elegante ed energetico al tempo stesso, entra nella contemporaneità offrendo, a chi lo ascolta, sensazioni che vanno oltre lo spazio sonoro.

L’artista è nostra gradita ospite questa settimana a “Popular”.

(segue intervista)

http://www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/luciana-bigazzi-a-popular-_2102523-201502a.shtml

 

 

Esxence – THE SCENT OF EXCELLENCE – 24-03-2015
www.esxence.com/it/news/la-pianista-e-compositrice-luciana-bigazzi-a-esxence…

La pianista e compositrice Luciana Bigazzi a Esxence

Giovedì 26 marzo alle ore 17.30, la welcome hall di Esxence 2015 sarà animata dalle note musicali di Luciana Bigazzi, pianista e compositrice che si esibirà per il pubblico di Esxence interpretando otto sue composizioni, tratte dai suoi album.

Magici racconti olfattivi che scivolano sui tasti del pianoforte, ispirati a creazioni profumate che hanno catturato l’attenzione della pianista e che sono stati racchiusi nello stile musicale di Luciana: elegante ed energico al tempo stesso.

 

 

Gioia – 24 marzo 2015
PROFUMI & MUSICA: APRE ESXENCE
Che cosa accadrebbe se fragranze e musica s’incontrassero? Scoprilo da Esxence, l’evento dedicato alla Profumeria Artistica

Cosa nascerebbe dalla fusione tra accordi olfattivi e note musicali?

È questo il tema della settima edizione di Esxence – The Scent of Excellence che, dal 26 al 29 marzo 2015, accoglie il meglio del panorama internazionale della profumeria artistica al The Mall, inedita location futuristica nel cuore dello skyline milanese. (…)

COSA TROVI DA ESXENCE

Do-Re-Mi… Come può essere descritto un profumo? Un accordo di note? Un’armonia di essenze? Una sinfonia di sensazioni olfattive?

7 come le note, 7 come il numero delle famiglie olfattive originariamente identificate in profumeria, che generano emozioni e racconti ogni volta diversi e unici.

Come la musica di un superbo pianoforte a coda C. Bechstein e le vibrazioni delle tavole armoniche di Opere Sonore, entrambi costruiti con il legno dei violini di Stradivari, che accoglie i visitatori. Da Esxence trovi anche (…) esecuzioni musicali di grandi artisti contemporanei come Luciana Bigazzi (…).

Luciana Bussini

http://www.gioia.it/bellezza/profumi/profumi-musica-apre-esxence/

 

 

The beauty Cove – 24 marzo 2015
Webmag on beauty fragrances nicheparfums – ©thebeautycove
IL PROFUMO: GOURMANDISES di KEIKO MECHERI

(…) Les Parfums Keiko Mecheri sarà presente ad Esxence dal 26 al 29 Marzo 2015 – Milano The Mall – Stand 34 con le novità delle sue Collezioni Fragranze.

In occasione della giornata d’apertura, Keiko Mecheri invita alla performance musicale con l’artista Luciana Bigazzi. Un concerto che vede legate due espressioni artistiche affini e complementari. Note olfattive e musicali si incontrano per dar vita ad un momento di perfetta consonanza sensoriale. Tra le composizioni per piano di Luciana Bigazzi in programma: Keiko Homage to Keiko Mecheri  (from “Magical Places, Works for Piano”) brano composto in omaggio a Keiko Mecheri e alle sue creazioni olfattive d’eccellenza che hanno accompagnato, in più momenti, il percorso di vita della musicista.

Il Concerto si terrà il 26 Marzo 2015 alle ore 17.30 nella Welcome Hall di The Mall.

INVITO

Nell’ambito della 7a Edizione di Esxence The Scent of Excellence Keiko Mecheri Keiko Mecheri Parfums invita alla performance musicale “AFFINITA’ CREATIVE – La Musica di LUCIANA BIGAZZI incontra l’Arte olfattiva di KEIKO MECHERI – Concerto per Piano” – Giovedì 26 Marzo 2015 ore 17.30 – Welcome Hall – Yhe Mall Milano Piazza Lina Bo Bardi.

http://thebeautycove.blogspot.it/2015/03/il-profumo-gourmandises-di-keiko-mecheri…. 06/04/2015

 

 

ÇaFleureBon – March 21, 2015

The 7th Edition of Esxence –The Scent of Excellence 2015 Calendar of Events March 26-29 2015

March 26-29, 2015 all roads lead to Milan for the 7th Edition of Esxence –The Scent of Excellence, where the spotlight shines on artistic perfumery. (…)

Esxence –The Scent of Excellence 2015 EVENTS CALENDAR – THURSDAY, MARCH 26th

(…)

5.30 p.m. Concert Creative Affinity: the Music of Luciana Bigazzi meets the Art of Keiko Mecheri with Luciana Bigazzi, Pianist Composer and Keiko Mecheri (…)

Michelin Camen

http://www.cafleurebon.com/?s=Luciana+Bigazzi&0&y=0

 

 

www.fragrantica.de – 03-20-15
Esxence 2015 – THE SCENT OF EXCELLENCE – Veranstaltungskalender

DONNERSTAG, 26. März

17,30 Uhr Konzert

Kreative Affinität: die Musik von Luciana Bigazzi trifft die Kunst von Keiko Mecheri

Mit Luciana Bigazzi, Pianist Komponist und Keiko Mecheri

Elena Knezhevich

http://www.fragrantica.de/Neuigkeiten/ESXENCE-2015Veranstaltungskalender-300… 06/04/2015

 

 

extrait – giovedì 19 marzo 2015
Affinità Creative: la musica di Luciana Bigazzi incontra l’arte olfattiva di Keiko Mecheri
In tutte le cose della Natura esiste qualcosa di meraviglioso. (Aristotele)

Le fiere, si sa, sono spesso caotici momenti di incontri, scoperte e appuntamenti, ma quest’anno c’è qualcosa di diverso e vale senz’altro la pena prendersi del tempo, magari rallentando un po’ il ritmo frenetico dei giorni che ci si prospettano ad Esxence 2015, la fiera milanese dedicata alla profumeria artistica.

Giovedì 26 Marzo alle ore 17,30 presso The Mall in Piazza Lina Bo Bardi a Milano, due donne dedicate all’arte dell’impercettibile, doneranno il proprio talento al pubblico in un evento unico, irripetibile e per questo ancor più imperdibile. Ci sono persone che, inconsapevoli, percorrono strade simili destinate ad incontrarsi. E’ il legame invisibile della comune natura, quello che farà incontrare Luciana Bigazzi e Keiko Mecheri.

Pianista e compositrice di fama internazionale l’una, creatrice di profumi dall’eleganza inarrivabile l’altra, tutto nasce grazie alla sottile arte profumiera di Keiko e all’amore per la profumeria artistica di Luciana.

E così, senza sapere cosa le avrebbe aspettate, Luciana Bigazzi, che ha sempre avuto una spiccata curiosità per l’arte invisibile degli odori, viene conquistata dalle creazioni di Keiko Mecheri nelle quali si vede rappresentata. Le ama a tal punto da dedicarle una composizione per pianoforte, ”Keiko – Homage to Keiko Mecheri“, una composizione cristallina e soave, capace di infondere uno stato di pace senza eguali, un omaggio e un segno di gratitudine per la sua straordinaria arte profumiera. La sonata viene poi scoperta dalla maison Keiko Mecheri ed ecco l’incontro, magico e inevitabile, di due artiste di grande talento, che sanno donarci la bellezza pura attraverso le note, musicali l’una e olfattive l’altra, ma entrambe impalpabili, volatili eppure così potenti da riuscire a risuonare nel corpo e nello spirito fermando il nostro tempo e donandoci attimi di pura estasi, sospesi sul mondo e circondati dalla magia della musica e del profumo.

Un legame profondo quello tra olfatto e udito, come profondo e simile è il linguaggio del profumo e della musica e ancor di più il legame tra le creazioni di Keiko Mecheri, tracce olfattive che donano equilibrio estetico e nutrimento emotivo a chi le indossa, e le composizioni di Luciana Bigazzi, anch’esse votate alla ricerca del bello come nutrimento dell’anima, come simbiosi eterea di suono e silenzio.

Dunque, se potete, non perdetevi l’occasione di godere del concerto di Luciana Bigazzi dedicato all’arte di Keiko Mecheri, il vostro cuore ringrazierà.

Giovedì 26 Marzo 2015

Ore 17,30

Esxence 2015 – The Mall, Milano – Piazza Lina Bo Bardi / Concerto di Luciana Bigazzi,piano

“Modalità e tonalità sono compresenti in un linguaggio musicale raffinato, supportato da una straordinaria sensibilità interpretativa. Il pianismo di Luciana Bigazzi, elegante ed energetico al tempo stesso, entra nella contemporaneità offrendo, a chi lo ascolta, sensazioni che vanno oltre lo spazio sonoro.” (…)

Anna Volpi

 

 

TORINO MAGAZINE – Facebook – 22/01/2015

Venerdì 23 gennaio, allo store laFeltrinelli Express di Torino Porta Nuova, alle 18,30, Luciana Bigazzi, pianista-compositrice di fama internazionale, presenterà il suo nuovo cd “Full Moon for Piano”. Un mondo sonoro in cui si intrecciano elementi evocativi e racconti.

https://www.facebook.com/torinomagazine?fref=ts

 

 

CRONACA QUI – TORINO – Giovedì 22 GENNAIO 2015 
Pag.24
TEMPO LIBERO

La luna piena nasce dalle note di Luciana Bigazzi

FELTRINELLI EXPRESS – L’artista torinese presenta domani il suo “Full moon for piano”

Per lei la musica non conosce barriere culturali né geografiche, crea itinerari emozionali ogni volta differenti. Luciana Bigazzi, pianista e compositrice torinese dal curriculum strabiliante, domani, alle 18,30 presenterà con parole e musica alla Feltrinelli Express di Porta Nuova, la sua ultima fatica discografica, un progetto già svelato allo Sheung Wan Civic Centre . Theatre di Hong Kong. Si intitola “Full moon for piano” e sintetizza un mondo sonoro in cui si intrecciano elementi evocativi e racconti.

Si tratta di quindici brani caratterizzati da un linguaggio musicale raffinato, supportato da una straordinaria sensibilità interpretativa. In particolare “Full Moon”, il brano che dà il titolo all’album, è dedicato a Evangelos Odysseas Papathanassiou, o meglio Vangelis, maestro della musica elettronica. Qui, il pianoforte interpreta il tema principale insieme a polifonie elettroniche evocatrici di spazi cosmici. “È un album che porta in spazi lontani: la luna mi affascina, è grande al punto da portarci a sognare – spiega l’artista -. Questo progetto è anche uno spunto di riflessione, un ringraziamento alla bellezza della natura”.

Luciana Bigazzi inizia a suonare da bambina quando scopre il pianoforte. È allora che la musica comincia a coincidere con la sua vita.

“È’ il mezzo più naturale per esprimermi, ha un effetto immediato, dovrebbe esistere per il suo effetto terapeutico. È un mondo da esplorare che genera benessere in me e può dare beneficio al pubblico”.

La musica di Luciana non conosce confini e raggiunge la sensibilità di chiunque la ascolti, ovunque egli si trovi.

“Alla presentazione di Hong Kong, ho trovato un pubblico attento: è stata un’escalation di emozioni reciproche. Il mio modo di suonare non è preconfezionato, ma si adegua al pubblico,l’interpretazione varia sempre. La musica poi ha un carattere universale, non c’è bisogno di traduzione, ci appartiene da prima di nascere”.

Alessandra Ariagno

 

 

Evolution Music – 19 gennaio 2015
Music for the net
BIGAZZI LUCIANA
FULL MOON FOR PIANO

Con “Full moon for Piano” la pianista-compositrice Luciana Bigazzi continua il suo percorso creativo (…). Modalità e tonalità sono compresenti in un linguaggio musicale raffinato, supportato da una straordinaria sensibilità interpretativa. (…)

“Full Moon”, il brano che da il titolo al cd, è dedicato a Evangelos Odysseas Papathanassiou, meglio conosciuto come Vangelis, maestro della musica elettronica. Il pianoforte interpreta il tema principale insieme a polifonie elettroniche evocatrici di spazi cosmici. “Shooting stars” è l’altro brano “cosmico”. Suonato interamente dal pianoforte, apre il cd introducendo l’ascoltatore in una dimensione energetica che infonde calma e speranza. “Mandela”, l’omaggio a una delle figure più straordinarie del nostro tempo, Nelson Mandela, è uno dei momenti musicali più alti dell’album. La pianista esegue quasi tutto il brano sui tasti neri, e le tastiere elettroniche che lei stessa aggiunge evocano con enfasi l’ambiente africano: la mente ripercorre la storia. Di carattere virtuosistico e dalle armonie d’ispirazione flamenca è “Homenaje a paco de Lucia”, scritto in memoria del grande chitarrista flamenco scomparso nel 2014. Alcune composizioni sono dedicate agli animali: “Hachiko”, il cane akita che attese invano per lunghi anni il professor Hidesaburo ueno, “My sweet Stewart”, dedicato a un meraviglioso gatto bianco della musicista e “Jeux de chats”. “Peach flowers” (suonato col piano e le tastiere elettroniche), “Wisterias in the wind” e “Tuscany rose” sono composizioni ispirate ai fiori. Una nuova interpretazione di “Reflections in the night”, dopo la presentazione  londinese del dicembre 2011, regala un momento in cui il pensiero vaga luminoso nei colori della notte. “Espero” descrive, con andamenti ritmici equilibranti, il vento estivo fresco, pomeridiano, tipico del Tirreno e dell’Adriatico centro-meridionale. Il brano “La promenade de Chagall” , che ricorda nel titolo uno dei più significativi dipinti di Marc Chagall, è dedicato all’amore felice tra uomo e donna: nel dipinto, Bella, l’amata moglie del pittore, è ritratta in volo mentre Marc la tiene per mano. La musica vola serena nell’aria: il pianoforte e i suoni elettronici colorano insieme il paesaggio immaginario. “Preghiera della sera” è un incontro oltre se stessi: la sera conduce la mente alla riflessione mistica. Delicati intrecci di forme e colori musicali rievocano, in “Arabesque”, il mondo dell’infanzia: siamo arrivati al brano conclusivo del cd.

http://www.evolutionmusic.it/scheda.php3?id=15458  27/01/2015

 

 

wcity.com – 11/2014
www.wcity.com
Events

Title: Luciana Bigazzi & Maurizio Colonna Piano and Guitar Concert

When: Thu 13 Nov 20.00

(…)

The Italian Cultural Institute in Hong Kong, an arm of the Consulate General of Italy, continues the promotion of Italian arts in Hong Kong with music of piano and guitar in November! The two musicians Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna will jointly bring a musical feast to the Hong Kong audience on 13 November (Thursday). The concert will be held at the Sheung Wan Civic Centre Theatre (…).

A “pianist-composer”, Luciana Bigazzi is talented at both piano and composition. (…)

Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna already built up a tacit understanding between each other as they have collaborated many times before. (…)They have also worked on various projects together (…). This time, they will perform in solo and duet, where piano and guitar interwine, refining and balancing each other’s musical interpretation, mustering a broad range of timbres and atmospheres for the Hong Kong audience. (…)

http://www.wcity.com/details/792-luciana-bigazzi-a-maurizio-colonna-piano-and-guit…

 

Italian Cultural Institute Hong Kong – Consulate General of Italy in Hong Kong – November, 2014
http://www.iichongkong.esteri.it/

Italian Cultural Events

The Musica Italiana free Concert Series – The best of italian music in Hong Kong

Luciana Bigazzi & Maurizio Colonna

Piano & Guitar Live in Hong Kong

Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna will present a musical world of nuance and suggestion with piano and guitar refining and balancin each other’s musical interpretation.

Date: 13/11/2014 – 8pm (…)

Italian Cultural Institute of Hong Kong

Consulate General of Italy in Hong Kong – Thursday, November 13, 2014

Italian Cultural Events – November /The best of Italian music in Hong Kong

Luciana Bigazzi & Maurizio Colonna / Piano & Guitar Live in Hong Kong

Luciana Bigazzi and maurizio Colonna will present a musical world of nuance and suggestion, with piano and guitar refining and balancing each other’s musical interpretation.

13/11/2014 – 8pm Sheung Wan Civic Centre – Theatre

Italian Cultural Institute – Hong Kong /ItalianConcertLeaflet_Nov_1027forweb.pdf

 

 

Italian Cultural Institute of Hong Kong – Thursday, November 13, 2014
http://www.iichongkong.esteri.it/IIC_HongKong/webform/SchedaEvento.aspx?id=152
Pagina 1 di 2

Events

Music –

Luciana Bigazzi (piano) & Maurizio Colonna (guitar) live in Hong Kong

The pianist and composer Luciana Bigazzi and the guitarist and composer Maurizio Colonna present a musical world of nuance and suggestion, where the piano and the guitar intertwine, refining and balancing each other’s musical interpretation.

The two instruments and their player create a dialogue between each other the original repertoire, completely written by the two musicians who are both renowned composers for their respective instruments.

Considered among the most important representatives of the new Italian instrumental music scene, Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna, in these concerts, perform in solo and duet, mustering a broad range of timbres and atmospheres.

 

 

02/11/2014
MACHIAVELLI MUSIC – 27 ottobre 2014
Web official site – Home
artist & composers, eventi
FULL MOON for Piano, live ad Hong Kong!

Lo Sheung Wan Civic Center Theatre di Hong Kong ospiterà prossimamente in concerto la pianista compositrice Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna (…). I due artisti di eccellenza editi da machiavelli presenteranno durante il loro Live FULL MOON for Piano, il nuovo album di Luciana, edito da Machiavelli e Carisch.

Appuntamento il 13 novembre ad Hong Kong!

http://www.machiavellimusic.com/?p=2781

 

 

Rai Italia presenta – Dicembre 2013
Settimana da domenica 22 dicembre a domenica 29 dicembre

Community

Le comunità italiane all’estero: attività, eventi (…).

Ogni settimana in studio ospiti di eccellenza dello spettacolo, della cultura, dell’industria italiana nel mondo (…)

mercoledì 25 dicembre – la puntata sarà impreziosita dagli accordi musicali di due grandi Maestri: il chitarrista classico Maurizio Colonna e la pianista Luciana Bigazzi (…).

 

 

IL ROMA  –  Martedì 18 dicembre 2012  –  Anno CL N.349
www.ilroma.net
CRONACA di SALERNO e PROVINCIA
Quotidiano d’informazione fondato nel 1862

PAGANI – SUCCESSO PER IL CONCERTO ORGANIZZATO DAI PADRI REDENTORISTI NELLA BASILICA PONTIFICIA DI S.ALFONSO

Il duo Colonna-Bigazzi conquista il pubblico

PAGANI. Sabato sera il duo di caratura internazionale Colonna-Bigazzi (…) è ritornato a Pagani per presentare il disco “Christmas for guitar and piano. Live”, frutto di un lavoro concertistico che ha visto la luce il 10 dicembre 2011, a seguito di uno storico live natalizio organizzato dai Padri Redentoristi presso la Basicilica Pontificia di Sant’Alfonso Maria de Liguori. <<Questo disco – ha detto la pianista compositrice, Luciana BIgazzi – nasce dall’idea, subito accolta dai padri Redentoristi, di fare un concerto in basilica a Pagani. Da questo progetto è nata poco tempo dopo l’idea di registrare. (…) C’era un pubblico calorosissimo, affettuoso, che abbiamo voluto ricordare lasciando i suoi applausi nel disco>>. Durante il concerto del Dicembre scorso i due musicisti si sono esibiti in duo e da soli, interpretando alcune delle più note canzoni natalizie, tra cui “Tu scendi dalle stelle” e il “Fermarono i cieli” dello stesso Sant’Alfonso, arrangiate da loro stessi; e suonando anche delle loro composizioni originali, alcune delle quali in prima esecuzione assoluta. (…) Il Natale viene spesso raccontato in tutte le salse, invece, all’ascolto del nuovo disco del duo Colonna-Bigazzi (…) si avverte subito la volontà degli artisti di realizzare qualcosa di veramente originale in un posto unico al mondo. (…) Grazie a questo disco, che avrà una distribuzione planetaria e un successo annunciato, anche il nome di Sant’Alfonso sarà rilanciato in tutto il mondo. (…).

Francesco Amendola

 

 

La Repubblica  – 14/12/2012
Ed. Torino
Pag.17

Il disco

Natale per chitarra e piano secondo Colonna & Bigazzi

Si intitola “Christmas for guitar and piano live” e raccoglie alcune delle più note carole natalizie eseguite l’anno scorso dal chitarrista-compositore torinese Maurizio Colonna e dalla pianista Luciana Bigazzi in un concerto natalizio organizzato nel Salernitano dalla Comunità dei Padri Redentoristi presso la Basilica pontificia di Sant’Alfonso Maria de Liguori di Pagani. La registrazione di quell’evento, nel quale i due musicisti si sono esibiti in duo o da soli interpretando i brani riarrangiati e le loro composizioni originali, è diventata un cd uscito in questi giorni per l’etichetta New Classic Music (…).

(p.v.)

 

 

DOT GUITAR  –  04/12/2012 
http://dotguitar.typepad.com/dotguitar   
Pagine: 16 di 18 e 17 di 18

M.Colonna – L.Bigazzi: Nuovo cd “Christmas for guitar and piano LIVE”

(…) Il 10 dicembre 2011 il chitarrista-compositore Maurizio Colonna e la pianista-compositrice Luciana Bigazzi sono stati protagonisti di un evento concertistico natalizio: organizzato dalla Comunità dei Padri Redentoristi, che si è svolto nella Basilica Pontificia  di Sant’Alfonso Maria de Liguori di Pagani, nel salernitano, luogo dove riposano le spoglie di Sant’Alfonso.

Durante il concerto i due musicisti si sono esibiti in duo e da soli, interpretando alcune delle più note carole natalizie, arrangiate da loro stessi, e suonando delle loro composizioni originali, alcune delle quali in prima esecuzione assoluta.

La serata è stata registrata e il cd live “Christmas for guitar and piano” ne racconta i momenti più emozionanti.

Il live regala episodi di raffinata cantabilità e spazi di improvvisazione: una spontanea serenità unita ad un’energia positiva caratterizzano l’album. L’atmosfera che si percepisce, intrisa di musica e silenzi, trasporta nel tempo del Natale e l’accoglienza calorosa del folto pubblico, con i suoi stati d’animo, è presente lungo tutto il percorso musicale.

(…) Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi (…) producono, con i loro strumenti, una performance ricca di sfumature dinamiche e colori sonori nuovi e coinvolgenti. (…)

 

 

DONNA MODERNA – dicembre 2012
Pag.71
ATTUALITÀ / il bello dello show
CLASSICI PER LE FESTE

Per creare la giusta atmosfera, a Natale, la musica è essenziale. Ecco allora un album che vi conquisterà.

È Christmas for guitar and piano di Maurizio Colonna, considerato uno dei più grandi chitarristi classici, e Luciana Bigazzi, pianista. Che spiega: “E’ il live di un concerto che abbiamo tenuto nella Basilica Pontificia di Sant’Alfonso Maria de Liguori nel Salernitano. Ci sono brani noti, come Tu scendi dalle stelle, e alcune nostre composizioni”.

(c.c.)

 

 

The ship magazine  –  Anno 2012  29/01/2013
www.theshipmagazine.it
Pagina 1 di 1

TSM RECENSIONE

COLONNA & BIGAZZI – Christmas Live

Il periodo natalizio è forse il più bello dell’anno. Difficile riuscire a superare questa atmosfera magica dove tutto si sussegue in un gioco di luci e musica. Già la musica, fondamentale per creare questa speciale magia. E allora ecco che una sera nelle vicinanze della festa, il chitarrista-compositore Maurizio Colonna e la pianista-compositrice Luciana Bigazzi si trovano su uno stesso palco, nella Basilica Pontificia di Sant’Alfonso Maria de Liguori di Pagani, per regalare ai presenti un concerto dove vengono presentati classici natalizi e alcune composizioni proprie. Ecco allora che quella magia descritta all’inizio rivive in questo evento che successivamente viene pubblicato in cd. L’album si intitola Christmas for Guitar and Piano e contiene interamente le musiche di quella serata dove i due musicisti si sono esibiti in duo e da soli, interpretando alcune delle più note carole natalizie, arrangiate da loro stessi, e suonando delle loro composizioni originali, alcune delle quali in prima esecuzione assoluta.

Sicuramente aver assistito personalmente a questo evento penso sia tutt’altra cosa, però questo cd cerca di rendere al meglio la stessa atmosfera vissuta al momento dell’incisione del disco. Visto il bellissimo risultato finale chissà se questa idea non venga ripetuta anche negli anni a seguire. Noi lo speriamo.

Jacopo Aloisi

http://www.theshipmagazine.it/S/?I=483

 

 

MEDIASET TGCOM24  –  27/12/2012  (recensione e intervista)
http://www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/articoli/1074875/a-popular-maurizio-colonn…

Rubriche A “Popular” Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi

Il duo racconta del nuovo album “Christmas for Guitar and piano”

Due grandi musicisti del nostro tempo come il chitarrista Maurizio Colonna e la pianista Luciana Bigazzi, hanno dato alle stampe un disco magico, in un periodo altrettanto magico e ricco di atmosfera, come quello delle feste del Natale. L’album si intitola “Christmas for Guitar eand Piano”, inciso lo scorso dicembre nella Chiesa di Sant’Alfonso Maria de Liguori a Pagani (…).

Il disco, insieme ad alcuni classici immortali del Natale, racchiude composizioni dei due musicisti.

Luciana e Maurizio sono graditi ospiti questa settimana a “popular” e ci accompagnano alla scoperta del loro lavoro, partendo dall’inizio del progetto…

“L’idea di realizzare un cd live per il Natale è nata dal desiderio di rendere un omaggio ad uno dei centri religiosi tra i più legati al Natale – spiega Bigazzi -. Nella Basilica Pontificia Sant’Alfonso Maria de Liguori, a Pagani (Salerno), riposano le spoglie di Sant’Alfonso, autore di “Tu scendi dalle stelle”, “Fermarono i cieli” e altri canti natalizi. In quel luogo abbiamo registrato il concerto il 10 dicembre 2011 del quale il cd ricorda alcuni momenti. La scelta delle carole natalizie da suonare insieme a nostri brani (…), è stata dettata dall’esigenza di accostare tra loro atmosfere musicali vicine alla spiritualità”. (…)

E’ stato facile realizzare un disco anche di classici del Natale senza apparire scontati? (…)

L.B.: Quando ci siamo messi a scrivere il programma del concerto abbiamo pensato che la scelta non sarebbe stata facile. In fase di prova ogni brano è stato allora pensato solo nelle linee generali, e poi davanti al pubblico abbiamo aperto lo spazio alla fantasia, che non è mai prevedibile ed è in parte legata all’energia trasmessa dalla gente presente.

Giancarlo Bastianelli

 

 

Il Messaggero.it  –  22/12/2012
http://www.ilmessaggero.it/spettacoli/musica/regali_di_natale_musica_buble_sinatra_…
Pagina: 2 di 3 – ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Dicembre 2012

Spettacoli

Natale, regali in musica (…)

Il chitarrista-compositore Maurizio Colonna e la pianista-compositrice Luciana Bigazzi celebrano il Natale in “Christmas – Live”. Due tra i più significativi esponenti della nuova musica strumentale italiana firmano questo album registrato dal vivo in occasione di un concerto presso la Basilica Pontificia Sant’Alfonso Maria de Liguori di Pagani (Salerno) il 10 dicembre 2011 (…).

 

 

CHIESA CATTOLICA ITALIANA  –  17/12/2012
ChiesaCattolica.it 
Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Espiscopale Italiana
http://www.chiesacattolica.it/comunicazione/ucs_2012/attivita/00037994_MAURIZI…  – 
Pagina: 1 di 1

Attività – Rubriche – Dischi

MAURIZIO COLONNA & LUCIANA BIGAZZI: “Christmas” (Ncm – Egea)

(…) Lei è un’apprezzata pianista-compositrice, anch’essa con un bel curriculum internazionale alle spalle.

Questo delizioso album natalizio è stato registrato dal vivo nel dicembre dello scorso anno a Pagani, nel salernitano: nella Basilica Pontificia intitolata a quel Sant’Alfonso Maria de Liguori, noto tra l’altro come autore della celeberrima Quanno nascette ninno (l’odierna Tu scendi dalle stelle).

Ovviamente c’è anche questa pagina memorabile del Natale popolare italico tra gli undici frammenti strumentali di questo live tracimante di melodie e atmosfere emozionanti e suggestive. Una sapiente alternanza di standard della tradizione anglosassone italiana, e composizioni autografe. Il delicato mix di classe, tepore, e intimità lo rendono non solo un sottofondo perfetto per la notte più dolce dell’anno, ma anche un balsamico coadiuvante contro le inquietudini d’ogni stagione.

Franz Coriasco

 

 

La Repubblica  – 14/12/2012
Ed. Torino
Pag.17

Il disco

Natale per chitarra e piano secondo Colonna & Bigazzi

Si intitola “Christmas for guitar and piano live” e raccoglie alcune delle più note carole natalizie eseguite l’anno scorso dal chitarrista-compositore torinese Maurizio Colonna e dalla pianista Luciana Bigazzi in un concerto natalizio organizzato nel Salernitano dalla Comunità dei Padri Redentoristi presso la Basilica pontificia di Sant’Alfonso Maria de Liguori di Pagani. La registrazione di quell’evento, nel quale i due musicisti si sono esibiti in duo o da soli interpretando i brani riarrangiati e le loro composizioni originali, è diventata un cd uscito in questi giorni per l’etichetta New Classic Music (…).

(p.v.)

 

 

Il Tirreno  –  13 dicembre 2012
Regione
Edizione di Livorno
Pag. 3 di 7

LA SCHEDA

Nasce dall’incontro tra il chitarrista Maurizio Colonna e la pianista Luciana Bigazzi l’album “Christmas – Live” (New Classical Music), registrato dal vivo in occasione di un concerto alla Basilica Pontificia Sant’ Alfonso Maria de Liguori di Pagani a Salerno il 10 dicembre dell’anno scorso. Oltre ad essere due ottimi musicisti, Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi sono due apprezzati compositori nel panorama della nuova musica strumentale italiana e in quest’occasione propongono brani originali (“Player”, “December”, “Canto di Natale”, “Christmas dreams”, “Dimenticato Suono” e “The colours of solitude”) le cui atmosfere sono quelle tipiche del periodo natalizio. Il cd contiene però anche alcune riletture di classiche composizioni.

 

 

BRESCIAOGGI  –  Martedì 11 Dicembre 2012
Pag. 48
Spettacoli
DISCHI CLASSICA di Luigi Fertonani
Musiche natalizie con Colonna e Bigazzi

Autori: Autori Vari

Titolo: Christmas

E’ la registrazione di un concerto dal vivo registrato nel dicembre dello scorso anno nella Basilica Pontificia di Sant’Alfonso de’ Liguori di Pagani, in provincia di Salerno.

Il chitarrista Maurizio Colonna e la pianista Luciana Bigazzi realizzano per l’occasione un programma basato sulle più note melodie natalizie “reinterpretate” grazie alla grande creatività (…). Il programma va da “Silent Night” a “O Tannenbaum” e alla tradizionale “The first Nowell”, ma non mancano anche brani originali di Luciana Bigazzi come “Prayer” e “Dimenticato suono”; (…) Ma, vista l’ambientazione, non poteva mancare anche un omaggio, anzi due, a Sant’Alfonso de’ Liguori al quale, non tutti lo sanno, è attribuito il testo della celeberrima “Tu scendi dalle stelle” e “Fermarono i cieli”, qui reinterpretati alla chitarra e al pianoforte da questi splendidi, quanto originali artisti.

 

 

Tgcom24 – Mediaset – 27.09.2012
Rubriche
Pagina 1 di 2

A “Popular” Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi

13:06 – “Popular” ha il grande piacere di ospitare questa settimana due musicisti italiani che in questi ultimi anni hanno dato lustro all’immagine musicale del nostro paese nel mondo: il chitarrista Maurizio Colonna e la pianista Luciana Bigazzi. Entrambi oltre ad essere virtuosi dei rispettivi strumenti sono anche compositori e hanno dato alle stampe album di grande spessore musicale, che hanno dato all’ascoltatore grandi emozioni.

Memorabile la loro partecipazione lo scorso due giugno a Milano al concerto “One World One Family One Love”, per l’incontro di Papa Benedetto XVI, con le famiglie.

“Reflections in the night – Live in London” è il loro primo disco dal vivo, realizzato nella città che è una sorta di “culla” per la musica nel mondo e che amplia ulteriormente i loro orizzonti musicali. (…)

Segue l’intervista

Giancarlo Bastianelli

www.tgcom24.mediaset.it/rubriche/articoli/1061913/a-popular-maurizio-colonna-e-luciana-bigazzi.shtml

 

 

www.machiavelli.com – 29 maggio 2012

home – archivio news – category: artists & composers, eventi

One world, one family, one love

Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi parteciperanno come ospiti d’eccezione all’evento “One world, one family, one love”, con l’esecuzione in prima assoluta di uno dei brani (…) tratti dal loro ultimo CD “Reflections in the night”.

L’evento, trasmesso in mondovisione, si terrà a Milano il prossimo 2 giugno in occasione del VII Incontro Mondiale delle Famiglie, alla presenza di Papa Benedetto XVI.

 

 

OCD- Aragòn – Valencia (Espaňa) – 29/05-2012
www.ocdaragon-valencia.com_bienvenida.php

Bienvenida

Rapresentarán a Italia entre otros el maestro Ennio Morricone, está prevista la partecipación (…) del guitarrista Maurizio Colonna con la pianista Luciana Bigazzi (…)

 

 

ZENIT – www.zenit.org – portuguese – 25/05/2012

No sábado, 2 de Junho, o Papa em festa com familias do mundo

Pagina 1 di 2

Rapresentarᾶo a Itália entre outros o mestre Ennio Morricone, está prevista a participaçᾶo (..) do guitarrista Maurizio Colonna com a pianista Luciana Bigazzi (…)

http://www.zenit.org/article-30404?l=portuguese  25/05/2012

 

 

BLOG da Sagrada Família  –  25/05-2012
http://Blogdasagradafamiliablogspot.it/
Pagina 2 di 16

Milᾶo – Começerá às 20h35 a noite “One world, family, love” (Um mundo, familia, amor), (…).

Representarᾶo Itália entr outros o mestre Ennio Morricone, está prevista a partecipaçᾶo (..) do guitarrista Maurizio Colonna com a pianista Luciana Bigazzi (…).

José Maria Melo

 

 

TorinoTODAY.it
Eventi / 15 Giugno 2012 / CONCERTI
“Reflections in the night” con Bigazzi e Colonna
Feltrinelli Express – Porta Nuova / 15/06/2012 – Ore 18,30

Il 17 dicembre 2011, la pianista Luciana Bigazzi e il chitarrista compositore Maurizio Colonna, due tra i più significativi esponenti della nuova musica strumentale italiana, si sono esibiti in duo a Londra. La serata è stata interamente registrata e da essa nasce il live Reflections in the night – Live in London.

Il repertorio è costituito da musiche composte dai due artisti, con spazi in cui il pianoforte e la chitarra dialogano insieme, e da momenti solistici; sono presenti anche nuove versioni di brani scritti in precedenza per il solo pianoforte o la chitarra. Il risultato artistico evidenzia la volontà di Luciana e Maurizio di continuare un percorso creativo sviluppato negli anni con successo, caratterizzato dalla necessità di interagire emozionalmente con il loro pubblico, che diventa sempre più grande ed eterogeneo.

http://www.torinotoday.it/eventi/concerti/reflection-in-the-night-torino-15-giugno-2012.html

 

 

Sonohra Forum.teamworld.it – 24/05/2012
Sabato 2 giugno il Papa in festa con le famiglie del mondo

A rappresentare l’Italia, oltre ad un saluto del maestro ENNIO MORRICONE, è prevista la partecipazione di RON, del chitarrista MAURIZIO COLONNA con la pianista LUCIANA BIGAZZI, della cantautrice italo-somala SABA ANGLANA, della giovane band dei SONOHRA insieme alla pop-star spagnola HEVIA (…).

 

 

Dot guitar – Dicembre 2012
Weblog Magazine

Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi sono tra i più autorevoli musicisti che hanno dato un contributo rilevante alla musica contemporanea. Nella Basilica di Sant’Alfonso Maria de Liguori in Pagani (SA), si è esibito di recente il duo Bigazzi-Colonna in un concerto per pianoforte e chitarra, promosso dal musicologo M° Paolo Saturno.

Il duo, che rifiuta l’appellativo accademico di Maestro, offre alla città di Pagani un suggestivo concerto spaziando, come puntualizza il M° Saturno, tra la tradizione natalizia europea (O Tannenbaum, God rest you merry gentlemen, Silent Night! Holy Night!, The first “Nowell!”, The Holly and the Ivy) e il  tradizionale d’autore (Fermarono i cieli e Tu scendi dalle stelle di sant’Alfonso M. de Liguori), tra il napoletano classico (Santa Lucia di T. Cottrau, Santa Lucia luntana di E. A. Mario, I’ te vurria vasà di V.Russo – E. Di Capua) e le composizioni proprie sia della pianista, Luciana Bigazzi, (Magical Places, Prayer per pianoforte e chitarra, Dimenticato suono, Canto di Natale – prima esecuzione – Flying  to the East, Light in the Sea con solo pianoforte) che del chitarrista, Maurizio Colonna, (Serenity, Riflessione, Corners of the Memory per sola chitarra e The Colours of Solitudine  per chitarra e pianoforte).

Giusy Crescenzo

Dall’intervista rilasciata da Padre Paolo Saturno:

“Maestro Saturno, in qualità di promotore e spettatore dell’evento, quali sono le sue impressioni?”

M° Paolo Saturno

“Il concerto ha superato ogni aspettativa per un risultato perfettamente proporzionale alla fama e ai nomi degli esecutori e per una magia di suoni, in cui la grafia del pentagramma e la fisicità acustica, sognante o virtuosistica, caleidoscopicamente hanno trasportato la mente dell’ascoltatore da un passato dimenticato ad un presente ricreato, da una serenità estatica dello spirito ad una riflessione nuova, da ‘sovrumani’ silenzi a preghiere, da colori di solitudine ad angoli reconditi di memoria e a tant’altro, tutto avvolto in un linguaggio universale e in una simbiosi di cuori e di strumenti”.

G.C.

http://www.dotguitar.it/zine/inc/bigazzi_colonna/intervista4.html

 

 

Leicester Square  –  Dec 16, 2011
Gigs, Concerts 
UK Lifestyle & Entertainment Media Network. Find Random Funtertainment happening in London every second!
http://www.leicestersquare.com/category/24/Gigs,%20Concerts
Pagina 5 di 11

The Italian Cultural Institute present

LIVE IN LONDON

A concert by two supremely talented musicians

Luciana Bigazzi, piano

Maurizio Colonna, guitar

The Italian Cultural Institute of London presents a concert that will be a unique artistic occasion – the event will be wholly recorded and released on disc by NCM (New Classic Music).

Considered among the most important representatives of the new Italian instrumental music scene, Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna, in these concerts, perform in solo and duet, mustering a broad range of timbres and atmospheres.

The CD ‘Live in London’ will be released in 2012 (…).

 

 

Italian Cultural Institute in London  – 06/12/2011
http://www.iiclondra.esteri.it/IIC_Londra/webform/SchedaEvento.aspx?id=817&citta…
Events
Music
Pag.1 di 2

The Italian Cultural Institute presents

LIVE IN LONDON

Luciana Bigazzi, piano

Maurizio Colonna, guitar

The Italian Cultural Institute of London presents a concert that will be a unique artistic occasion – the event will be wholly recorded and released on disc by NCM (New Classic Music).

The pianist and composer Luciana Bigazzi and the guitarist and composer Maurizio Colonna present a musical world of nuance and suggestion, where the piano and the guitar intertwine, refining and balancing each other’s musical interpretation.

The two instruments and their players create a dialogue between each other in an original repertoire, completely written by the two musicians who are both renowned composers for their respective instruments.

Considered among the most important representatives of the new Italian instrumental music scene, Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna, in these concerts, perform in solo and duet, mustering a broad range of timbres and atmospheres.

There will also be a number of premiere performances as well as improvisations based on older material.

The CD ‘Live in London’ will be released in 2012.

Partnership / ITALY-UK – December 2011

Year XII, Issue 4 – 10

Cultural Events in London

Maurizio Colonna & Luciana Bigazzi

Anyone looking for a musicale treat this Christmas will be excited to heart that Maurizio Colonna and Luciana Bigazzi are to the returning  to the Italian Cultural Institute. (…)

Luciana Bigazzi is a composer and pianist in her own right. On December 17th the pair will record a special concert at the Institute for later release as an album.

Their reputation is colossal. (…)

“Maurizio and Luciana are truly bright stars in the European musical firmament” says Institute Director Carlo Presenti (…)

Colonna and Bigazzi will be playing a selection of their own compositions and demonstrating, once again what an extraordinarily talented musical unit they are.

Saturday 17th December 7.00 PM at the Italian Cultural Institute (139 Belgrave Square, London SV1X 8NX).

Published by: Italia UK Limited, 34a Green Lane, Sale, Manchester M33 5PP

 

 

POSITANO NEWS  –  11-12-2011
http://www.positanonews.it/articoli/68637 (…)
pagina 1 di 5

Concerto del duo Colonna-Bigazzi nella Basilica di Sant’Alfonso in Pagani

Stasera (…) si terrà un concerto per chitarra e pianoforte. (…) La manifestazione si colloca nella tradizione dei concerti natalizi, che da anni si tengono a dicembre nella chiesa dei Padri Redentoristi con artisti di grido (…). (…) s’è voluto celebrare anche Sant’Alfonso come il “cantore del Natale” (…).

Luciana Bigazzi delinea una personalità artistica eclettica e nuova. (…) Ha inciso cd (“Works for Piano”, “Passages”, “Magical Places”, ecc) di musiche proprie, che si collocano nel panorama musicale pianistico contemporaneo come linguaggio inedito. Nel programma musicale (…) oltre a brani propri e della tradizione natalizia mondiale, appaiono anche due melodie di Sant’Alfonso M. de Liguori: “Fermarono i cieli” e “Tu scendi dalle stelle”, il canto senza il quale – come diceva Giuseppe Verdi – Natale non è Natale.

 

 

TORINO MAGAZINE – TORINO N.3 ANNO 2011
ESTATE 2011 – ANNO 23 – N. 99
Luciana Bigazzi e la musica sconfinata

La sua musica riunisce gli appassionati di tutti i generi anziché proiettarsi verso un pubblico di nicchia. Quando si impossessa del pianoforte, le note si disperdono nell’etere fino a trasformarsi in emozioni. Storia di una pianista e compositrice che nella musica c’è dentro fino al collo…

Sapete cosa vuol dire “orecchio assoluto”? La capacità di identificare, già al primo ascolto, l’esatta altezza dei suoni, meglio conosciuti come ‘note’. Beh, alla protagonista di questa intervista ha fatto compagnia fin da quando era bambina e oggi la porta ad essere una delle musiciste più sofisticate che ci siano in circolazione. Lei è Luciana Bigazzi, che inizia la sua storia con la musica all’età di cinque anni.

Il talento l’ha scelta e se l’è portata in giro attraverso esperienze che l’hanno accresciuta professionalmente e umanamente: dopo i diplomi di pianoforte al Conservatorio di Torino e clavicembalo a quello di Milano, la specializzazione universitaria sulle culture musicali all’Università ‘Tor Vergata’ di Roma, approfondisce gli studi del repertorio tastieristico. Si interessa a jazz-rock e fusion (…). Attraverso la musica Luciana racconta le sfumature della vita: le sue esecuzioni sono fatte di spazi compositivi larghi con episodi pianistici lenti ed evocativi, alternati ad altri timbri con ritmi coinvolgenti; il pianoforte è accompagnato da altri strumenti come il didjeridoo, il riq, il bodhran e i tamburi a cornice, per creare una polifonia complessa ma armoniosa che descrive – con un taglio quasi cinematografico – luoghi, azioni e sensazioni. I brani sono spesso improvvisazioni estemporanee realizzate su brevi appunti melodico-armonici, segnati poi sulla carta per divenire spartiti. Il resto prende vita sul palco. La musica di quest’artista toscana, ma torinese d’adozione, è visiva e pennella suggestioni, come inquadrature che sovvertono i canoni; non prevede costrizioni e diviene un flusso in grado di sostituire i pensieri, sospendere le retoriche ed evocare i luoghi attraverso melodie sofisticate. Torino accoglie tra le sue braccia avvolgenti un’autrice eclettica e originale e, come fa spesso con i suoi ‘figli’, non vuole lasciarla andare. Ma Luciana segue il suo bisogno innato di nomadismo, che la porta al Sud Italia e in giro per il mondo, mentre le note del piano continuano a farsi accompagnare da strumenti ricercati. Luciana Bigazzi macina emozioni, enuncia un pensiero quasi intimista, sceglie l’introspezione (…). (segue l’intervista)

Gloria Cardano

 

 

MUSICA JAZZ – MILANO – ANNO 67° N.6 (727) – GIUGNO 2011
PAG. 23

LA MUSICA ALCHEMICA DI LUCIANA BIGAZZI

Luciana Bigazzi è una pianista classica solo in apparenza, sicuramente per retroterra e studi. Poliedrica per natura, incarna tuttavia la definizione di musicista contemporanea, senza barriere. Le sue escursioni musicali, già intraprese con “Lacoste” e “Passages” (…), raggiungono il sentiero della libera improvvisazione in “Magical Places”, licenziato per la NCM, distribuito dall’EGEA (…).La pianista e compositrice (…) dedica particolare attenzione al suono, creando atmosfere suggestive e penetrando in ancestrali universi musicali che attraversano l’India, il Portogallo, la Romania e toccano l’italico Salento. La pirotecnia musicale è sostenuta da un turbinìo di strumenti percussivi di ogni dove ottimamente suonati da Ivan Ciccarelli e Mauro Durante, e dalle ataviche vibrazioni armoniche del digeridu, appannaggio di Moreno Papi. Bigazzi intreccia i fili di mille musiche con il suo pianismo – delicato o mordace – che giunge dritto al cuore.

A.Ay.  (Alceste Ayroldi)

 

 

CRONACA QUI – MILANO – SABATO 14 MAGGIO 2011

TEMPO LIBERO

CONCERTI

Colonna–Bigazzi coppia d’assi alla Salumeria

Se volete cominciare al meglio una nuova settimana di concerti segnatevi l’appuntamento di lunedì con Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna, due dei maggiori esponenti della nuova musica strumentale italiana. La pianista-compositrice mostrerà i suoi “Magical Places” e soprattutto li farà ascoltare al pubblico della Salumeria della Musica (…). Entrambi gli artisti presenteranno i loro nuovi lavori nell’ambito di una nuova serata di Rockfiles Live, nel locale di via Pasinetti (…).

Vittorio Negrini

 

 

LIFEGATE – people planet profit – 04 MAG 2011
Rock Files Live!

Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna

Una serata doppia che vedrà sul palco con Ezio Guaitamacchi la pianista Luciana Bigazzi e il grande chitarrista Maurizio Colonna.

Dopo Lacoste – Works for Piano (del 2006) e Passages –Works for Piano (del 2008), Magical Places – Works for Piano è il terzo progetto artistico di Luciana Bigazzi in cui il suo Pianoforte, da solo o accompagnato da altri strumenti, è l’indiscusso protagonista. Luciana, anche questa volta, ha realizzato sia il cd che lo spartito (nella versione per “Piano solo” dei brani).

In Magical Places sono inclusi 16 brani suonati con un pianismo moderno e intrigante, che testimonia non solo una forte vena creativa ma anche un potenziale interpretativo di alto livello. Con questo terzo progetto Luciana Bigazzi si conferma una delle figure più interessanti ed originali del panorama musicale contemporaneo, sia per l’unicità del suo ruolo di pianista-compositrice, interprete di se stessa, che per le novità stilistiche presenti nelle sue composizioni. A confermare ciò contribuisce anche il significato delle sue scelte timbriche, che caratterizzano gli arrangiamenti dei brani pianistici in cui sono privilegiati strumenti particolari, dal didjeridoo al canto armonico, dal riq al bodhran e ad altre percussioni, generando una polifonia suggestiva che descrive, con un taglio quasi cinematografico, luoghi, azioni e sensazioni.

http://www.lifegate.it/persone/stiledivita/rock_files_live_bigazzi_e_colonna

 

 

ITALOEUROPEO – Independent magazine in London –  27 april 2011
www.italoeuropeo.com

Eventi / Gran Bretagna / Theater and Cinema

“BEST OF THE FEST” AT THE ITALIAN CULTURAL INSTITUTE – A TRUE FEST OF THE SENSES.

The music of Maurizio Colonna and Luciana Bigazzi

The (…) concert by pianist Luciana Bigazzi had the Italian Cultural Institute hall full of music’s lovers. The talented musician played a selection of her pieces, introducing each one with few words, describing why she had written a particular piece, who was the recipient of a dedication, for example “Breakfast in London” has been dedicated to the director of the Italian Cultural Institute Carlo Presenti and his wife Petra. Another piece “ Dimenticato suono” (Forgotten Sound) is a homage to a poetry written by her daughter Valentina Colonna while “Babloo” is dedicated to all Indian children after her visit to New Delhi. Her love for Japan and Far East culture is embroidered in “Keiko” or “Flying to the East” a couple of delicate pieces. Luciana Bigazzi’s activity is not only confined as a musician and composer, she is very well known as an artistic producer for events in Italy and U.S.A. for several record labels and organizing a series of concert in 2009 at the Italian Cultural Institute in London.

Once again who loves music could enjoy two marvellous concerts where contemporary music played the part of the protagonist and could listen to two major italian musicians and composers.

Cristina Polizzi

http://www.italoeuropeo.com/events-great-britain-london/theatre-and-cinema?start=10

 

 

www.italoeuropeo.com – Thursday, 21 April 2011

events-great-britain-(london)

“Best of the Fest” at the Italian Cultural Institute – a true fest of the senses

The music of Maurizio Colonna and Luciana Bigazzi

The Italian Cultural Institute treated its audience to a couple of concerts by the renowned Italian guitarist Maurizio Colona and pianist Luciana Bigazzi (…).

The following concert by pianist Luciana Bigazzi had the Italian Cultural Institute hall full of music’s lovers. The talented musician played a selection of her pieces, introducing each one with few words, describing why she had written a particular piece, who has the recipient of a dedication, for exemple “Breakfast in London” has been dedicated to the director of the Italian Cultural Institute Carlo Presenti and his wife Petra. Another piece “Dimenticato suono” (Forgotten Sound) is a homage to a poetry written by her daughter Valentina Colonna while “Babloo” is dedicated to all Indian children after her visit ti New Delhi. Her love for Japan and far East culture is embroidered in “Keiko” or “Flying to the East” a couple of delicate pieces.

Luciana Bigazzi’s activity is not only confined as a musician and composer, she is very well known as an artistic producer for events in Italy and U.S.A. for several record labels and organizing a series of concerts in 2009 at the Italian Cultural institute in London.

Cristina Polizzi

 

 

AUDIOPHILE SOUND – N.105 / APRILE 2011
PAG.69/PAG.70
RECENSIONI CD/LP/DVD
LUCIANA BIGAZZI. MAGICAL PLACES. WORKS FOR PIANO. CD NCM CD005

Stereo. Studio recording: Varie locations, 2010. Prod. Maurizio Colonna. Eng: Luciana BIgazzi & Marcello Sanfilippo. www.egeamusic.com / giudizio artistico: BUONO-OTTIMO

Sedici composizioni costituiscono la scaletta presente in Magical Places, terzo album della pianista Luciana Bigazzi. Si tratta di brani in linea con la moderna accezione di recital pianistico, che si muovono in equilibrio fra musica classica, contemporanea, jazz e pop, spesso facendo scaturire intuizioni riuscite (…). L’approccio sembra essere quello impressionistico, con tracce chiaramente ispirate da luoghi fisici, attraversati da una magia. Dal Giappone di Keiko al Portogallo di A Torre de Belém e di Lisboa, dall’Inghilterra di Breakfast in London al Salento di Lu rusciu te lu ientu, dall’India di Babloo alla Romania di Omagiu Romãniei, ogni composizione è caratterizzata da un proprio colore nazionale. Le composizioni di Luciana Bigazzi si avvicinano, in punta di piedi, alla world music, pur non avendo alcun intento filologico, ma semplicemente la volontà di creare soundscapes, affreschi musicali e sfumature nelle quali far perdere gli ascoltatori.

Simone Bardazzi

 

 

AUDIOPHILE SOUND – N.105 / APRILE 2011
PAG.70

RECENSIONI CD/LP/DVD

LUCIANA BIGAZZI. MAGICAL PLACES. WORKS FOR PIANO. CD NCM CD005

Stereo. Studio recording: Varie locations, 2010. Prod. Maurizio Colonna. Eng: Luciana BIgazzi & Marcello Sanfilippo. www.egeamusic.com – giudizio tecnico: BUONO-OTTIMO

Magical Places è un recital, quasi esclusivamente di solo piano, con l’aggiunta di percussioni e pochi altri strumenti. Com’è naturale che sia, il ruolo del pianoforte è quello del protagonista. Lo strumento suonato da Luciana Bigazzi occupa la scena in maniera discreta, senza enfasi, ma godendo di un’ampia resa delle singole frequenze, dalle note acute a quelle gravi. La dinamica e il sound stage in stretta correlazione, con una vasta forbice fra pianissimi e fortissimi, che permette al pianoforte di rendere vivo ed “abitato” tutto il palcoscenico sonoro, con le percussioni ben collocate in profondità di campo. Dato che la musica di Luciana Bigazzi è largamente giocata fra vuoti e pieni, con pause, silenzi e momenti suonati, la dinamica sembra svolgere egregiamente la propria funzione in sinergia con l’esecuzione. Il dettaglio e le sfumature sono ben rese (…).

Il sound complessivo risulta cristallino e denso, ricco di colore e carattere.

Simone Bardazzi

 

 

VOGUE ITALIA – MARZO 2011 – N.727

ABOUT MUSIC – 176

FOCUS ON

Compositori contemporanei made in Italy da esportazione?

Non c’è solo il noto Ludovico Einaudi. La pianista Luciana Bigazzi, che nel suo “Magical Places” utilizza anche strumenti etnici, e il chitarrista Maurizio Colonna, (…) si esibiranno (…) presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra (15-16/4, iiclondra.esteri.it).

Fabio Gibellino

 

 

ALBERTO NAPOLITANO – PIANOFORTI – NAPOLI, 26 FEBBRAIO 2011
CONCERTO BIGAZZI

Un affettuoso ringraziamento alla pianista e compositrice Luciana Bigazzi che, con il suo magnifico recital e presentazione del nuovo cd “Magical Places” ha entusiasmato a Napoli un folto numero di spettatori nella nostra Sala “Chopin”.

Alessandro e Marco Napolitano

 

 

LA REPUBBLICA – NAPOLI, SABATO 26 FEBBRAIO 2011

GIORNO E NOTTE – XVI

CLASSICA

PALAZZO MASTELLONI

Dalle 18 nella Sala Chopin di Palazzo Mastelloni in Piazza Carità 6, incontro recital a cura di Massimo Fargnoli con la pianista-compositrice Luciana Bigazzi che presenta il cd “Magical Places”.

 

 

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO – SABATO 26 FEBBRAIO 2011   NAPOLI E CAMPANIA
TEMPO LIBERO – PAG.21

CARTELLONE – A CURA DI MIRELLA ARMIERO

NOTE E DINTORNI / 1

RECITAL DI LUCIANA BIGAZZI

PIANISTA E COMPOSITRICE

Oggi alle 18.00, alla Sala Chopin di Palazzo Mastelloni, in Piazza Carità 6, a Napoli, l’Accademia Musicale Napoletana in collaborazione con Steinway & Sons organizza l’incontro recital a cura di Massimo Fargnoli con la pianista Luciana Bigazzi e presentazione del suo terzo album realizzato come pianista-compositrice, “Magical Places”. La sua particolarità di “pianista-compositrice”, ruolo poco frequente nel panorama musicale contemporaneo, delinea una personalità artistica eclettica e originale.

Luciana Bigazzi, recital, palazzo Mastelloni, Napoli.

 

 

IL MATTINO – NAPOLI, MARTEDÌ 22 FEBBRAIO 2011

CULTURA E SPETTACOLI – GIROCITTÀ – PAG.53

Incontro recital con la pianista Luciana Bigazzi sabato, alle 18, da Napolitano, nella sala Chopin, di Palazzo Mastelloni in piazza Carità 6. Nel corso dell’esibizione curata da Massimo Fargnoli – e promossa dall’Accademia musicale napoletana con la Steinway & Sons attraverso la ditta Alberto Napolitano di piazza Carità – l’artista torinese presenterà il suo terzo album da pianista e compositrice, «Magical Places», edito dalla New Classic Music. Nota tra gli addetti ai lavori per l’emozione che lascia trasparire nelle sfumature delle sue esecuzioni, fatte di spazi compositivi larghi con episodi lenti ed evocativi alternati ad altri con ritmi coinvolgenti, Luciana Bigazzi ha debuttato con un progetto sottotitolato «Works for Piano». Il primo album «Lacoste», e il secondo «Passages», sono stati molto apprezzati dalla critica e dal pubblico. (…) Spinta dalla convinzione che la musica è una, senza barriere culturali, a Napoli approderà per uno degli eventi organizzati con i protagonisti del panorama musicale contemporaneo in collaborazione con i fratelli Marco e Alessandro Napolitano, titolari della ditta di piazza Carità che dal 1989 collabora con l’Accademia.

Cristina Cennamo

 

 

FAMIGLIACRISTIANA.IT – LUNEDÌ 21 FEBBRAIO 2011

COSTUME E SOCIETÀ

CULTURA

ASCOLTATO

(…) Luciana Bigazzi, con il suo “Magical Places”, offre un gradevole contributo a un modo di suonare e comporre che ha il grande merito di piacere a chi ama la buona musica, ma ne apprezza soprattutto la dimensione melodica, evocativa.

(…) con semplici successioni di note (talvolta arricchite dal suono di strumenti ricercati), con combinazioni melodiche immediate, e con frasi ripetute secondo stilemi minimalisti, Luciana Bigazzi riesce a creare quelle atmosfere che al pubblico piacciono molto. (…)

Giorgio Vitali

 

 

YouTube – 20 Febbraio 2011

Luciana Bigazzi – Presentazione del nuovo CD e Album di spartiti – Roma

Accademia Europea Musicale

25 febbraio 2011 ore 16.00 SALA BALDINI – Presentazione “MAGICAL PLACES – Works for Piano” di Luciana Bigazzi

Caricato il 20 feb 2011

COMMENTI:

Machiavelli Music

Magical Places-Works for piano, una co-edizione Machiavelli Music. “Una colazione a Londra. Un profumo nell’aria. Una luce sul mare. Ma anche l’aria del Salento. Una poesia. I bambini indiani. Per Luciana Bigazzi ispirazione è tutto ciò che la circonda, che lei sa distillare e tradurre sulla tastiera del suo piano. Lo fa anche e soprattutto con le sedici composizioni di questo terzo CD: suggestioni, pennellate, inquadrature, cui abbandonarsi contro l’affanno del mondo”. (Corriere della Sera)

 

 

PIANO SOLO – feb 20, 2011
Luciana Bigazzi, Magical Places
(NCM, 2011, distr. Egea Distribution)
VN:F [1.9.22_1171]
attendi…
Rating: 5.0/5

I luoghi magici che attraversa Luciana Bigazzi sono i luoghi reali o metaforici che il suo pianoforte ritrae nelle sedici composizioni che compongono questo lavoro discografico. Terzo momento di un viaggio ben più lungo, iniziato nel 2006, con “Lacoste”, e proseguito nel 2008 con “Passages”, contrassegnato dal titolo “Works for Piano”, “Magical Places” si inserisce nella tendenza del pianismo contemporaneo, con i suoi requisiti di semplicità formale che riesce ad esprimere suggestioni emotive in un minimalismo efficace. Melodie lineari che si muovono con leggerezza su griglie armoniche arpeggiate tracciano questo viaggio emozionale, sostenuto dall’abilità interpretativa di Luciana Bigazzi e da scelte timbriche desuete. Dal Giappone (“Keiko”) al Portogallo (“A Torre de Belém”, “Lisboa”), da Londra (“Breakfast to London”) al Salento (“Lu rusciu te lu lentu”), dall’India (“Babloo”) alla Romania (“Omagiu Romãniei”), si susseguono atmosfere caratterizzate da sonorità evocative degli stessi luoghi toccati. Strumenti particolari concorrono a creare questa ricchezza timbrica: il didjeridoo che incornicia la vista dalla Torre di Belém, il riq e il bohdran del brano dedicato all’India e il canto armonico che si affaccia in “Dimenticato suono” o in “Work in progress”. Queste scelte timbriche rafforzano le suggestioni di un mondo emozionale che, anche attraverso la varietà ritmica delle composizioni, rivela tutta la delicatezza e la forza interiore insieme della sensibilità femminile di Luciana Bigazzi. Un disco in cui il pianoforte resta comunque protagonista indiscusso, ma che ci rimanda a una concezione più ampia sull’uso di questo strumento, nello sfruttamento delle sue infinite possibilità espressive. Tutti i brani di “Magical Places” sono stati pubblicati in forma di spartiti per pianoforte dalla Carisch-Machiavelli. Sul sito dell’artista è possibile ascoltare alcune composizioni (http://www.lucianabigazzi.com/)

Paola Parri

 

 

TG.COM – SPETTACOLO – VENERDÌ 11 FEBBRAIO 2011           
A “Popular” Luciana Bigazzi

Tgcom incontra la popolare pianista

La pianista Luciana Bigazzi ha da poco pubblicato “Magical Places” suo nuovo album che rappresenta un passo ulteriore della sua carriera e un’altra opportunità per allargare gli orizzonti musicali. Diplomatasi in Pianoforte (Conservatorio di Torino) e in Clavicembalo (Conservatorio di Milano), Luciana Bigazzi ha conseguito la Specializzazione scientifica biennale sul tema Le culture musicali presso l’Università “Tor Vergata” di Roma. Nel Maggio 2006 è stato pubblicato il CD “Lacoste-Works for Piano”, con dieci sue composizioni originali per Pianoforte, da lei stessa interpretate. Sempre per NCM – New Classic Music è uscito poi il CD “Passages-Works for Piano” (EGEA Distribution), con quattordici composizioni originali per Pianoforte, da lei scritte ed interpretate. (…) – Segue l’intervista

Giancarlo Bastianelli

 

 

JAM – VIAGGIO NELLA MUSICA – FEBBRAIO 2011
ANNO XVIII – NUMERO 178

INCONTRI VISTI DA VICINO

LUCIANA BIGAZZI

Quando la musica strumentale sceglie di vivere il proprio tempo.

Strumentista raffinata, instancabile viaggiatrice e ricercatrice musicale, Luciana Bigazzi ha da sempre messo la propria fantasia e curiosità al servizio di un eclettico talento compositivo. In questa intervista ci racconta il terzo capitolo della saga Works for Piano, un diario di viaggio musicale intitolato Magical Places. (segue l’intervista)

Ezio Guaitamacchi

 

 

DONNA MODERNA – 9 FEBBRAIO 2011 – ANNO XXIV N. 6

ATTUALITA’_IL BELLO DELLO SHOW

Classicamente pop

Giovanni Allevi insegna: il piano a coda può diventare pop. Si va dal giovane Matteo Macchioni agli affermati Luciana Bigazzi, autrice di Magical Places, e Arturo Annecchino, che ha composto la colonna sonora del film (…). “Fondono atmosfere classiche e ritmo moderno” dice Marinella Venegoni, crtitico musicale de La Stampa. “E sono un’alternativa raffinata allo stanco pop tradizionale”.

(v.c.)

 

 

CORRIERE DELLA SERA – SETTE – 3 FEBBRAIO 2011 – N.5
RECENSIONI

I dischi

Di Stefania Ulivi e Lorenzo Viganò

Ai confini

Luciana Bigazzi

Magical Places

(Works for Piano)

Una colazione a Londra. Un profumo nell’aria. Una luce sul mare. Ma anche l’aria del Salento. Una poesia. I bambini indiani. Per Luciana Bigazzi ispirazione è tutto ciò che la circonda. Che lei sa distillare e tradurre sulla tastiera del suo piano. Lo fa anche e soprattutto con le sedici composizioni di questo terzo cd: suggestioni, pennellate, inquadrature, cui abbandonarsi contro l’affanno del mondo.

 

 

WWW.METRONEWS.IT – MARTEDÌ 1 FEBBRAIO 2011

METRO MUSICA

Pagina a cura di Cristiana Salvagni e del sito sound-check.it

Luciana Bigazzi: “L’arte non è in competizione”

Esce “Magical Places”, dove i brani sono scattati come fotografie

INERVISTA C’è un omaggio al Salento e uno alla Romania, uno all’India e uno al Portogallo in “Magical Places”, il terzo disco della pianista Luciana Bigazzi, artista toscana che ama fissare in musica le emozioni dei posti magici che visita e che danno il titolo all’album. (segue l’intervista)

 

 

GIOIA – N°4 – 28/01/2011

PASSAPAROLA / MUSICA / TELEVISIONE

5 MINUTI CON

LUCIANA BIGAZZI

C’è un omaggio al Salento e uno alla Romania, uno all’India e uno al Portogallo in Magical Places, terzo disco della pianista Luciana Bigazzi, artista toscana che ama fissare in musica le emozioni dei posti magici che visita e che danno il titolo all’album.

(segue l’intervista)

Cristiana Salvagni

 

 

CHIERI OGGI – N. 22 – GENNAIO 2011

CULTURA

“Magical Places” il nuovo cd di Luciana Bigazzi

Ci sono viaggi per cui non servono passaporti, bagagli o cartine. La musica annulla confini e fusi orari e non è necessario guardare fotografie per ricordarsi dove si è stati. Nel suo nuovo Cd, Magical Places (NCM-EGEA Distribution), l’affermata pianista-compositrice Luciana Bigazzi rende giustizia alla figurativa immagine vendittiana del “pianoforte sulle spalle” regalando 55 minuti di vagabondaggio per il globo, guidati solo dalle sue dita sul piano. Alternando ritmi lenti ed evocativi al brio di passaggi coinvolgenti, la pianista (…) ci trasporta attraverso i continenti in sedici tappe, sedici brani perfettamente amalgamati. In passato, Luciana Bigazzi è stata direttore artistico del Centro internazionale di Studi Musicali del Ser.mi.g. di Torino e attualmente dirige, per la casa editrice Bèrben, una collana di spartiti di musiche natalizie. Dopo Lacoste (2006) e Passages (2008), Magical Places è il terzo album di un progetto più ampio sottotitolato Works for Piano in cui Luciana Bigazzi, con alle spalle una carriera discografica di interprete, ha investito la sua abilità di compositrice e il guizzo della sua forza interpretativa. Il disco, presentato il 14 gennaio alla Feltrinelli di Torino (Stazione Porta Nuova) sarà accompagnato all’uscita in questo mese dell’album di spartiti (…) edito da Carisch-Machiavelli. L’album si apre con un volo verso oriente; ci si ferma nel Giappone di Keiko Mecheri, nota stilista e creatrice di profumi. In Energy time, al piano si uniscono i tamburi a cornice infondendo la vitalità necessaria per tornare in Europa. A Lisbona, dalla torre di Belém affacciata sul Tago, si contempla l’orizzonte tra la malinconia del piano e le vibrazioni ancestrali del didjeridoo. Nella traccia che dà il titolo all’album la pianista ritrova suo padre in un improvvisato viaggio etereo. Volando sul mare di Light in the Sea si plana in Puglia, fra la magia della terra salentina tanto amata dall’artista. Poi di nuovo via, giusto il tempo di una colazione londinese, a tête-à-tête con il piano, che si raggiunge l’India, fra i colori delle baraccopoli di Mumbai e le facce dei bambini indiani a cui è dedicato il brano. Prima di tornare in Portogallo, dove si chiude l’album, il piano ci accompagna nell’intimità dei giardini di Bucarest tra lo sbocciare continuo delle rose, testimone degli antichi splendori della capitale rumena. Sul finire del viaggio incontriamo anche Matisse, omaggio al grande pittore ma anche a uno dei quattro gatti che vivono con la pianista, nonché il micio degli stessi colori del pianoforte che campeggia sulla copertina del cd. Il suo pianoforte dialoga col didjeridoo e il canto armonico, cin il riq e il bodhran, rendendo impossibile incasellare la sua polifonia in un genere specifico ma portando Luciana Bigazzi, di diritto, sul panorama della nuova musica strumentale internazionale.

Valentina Malcotti

 

 

LA STAMPA – GIOVEDÌ 13 GENNAIO 2011

G&N GIORNO & NOTTE

PAGINE A CURA DI ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA

Personaggio/1

Un piano racconta la Torino magica

Luciana Bigazzi domani da Feltrinelli con il suo terzo album

E’ tempo di pianismo dilagante: dai trionfi pop di Giovanni Allevi alla ricerca world di Ludovico Einaudi, passando per il jazz di Stefano Bollani. In questo fermento, Torino dice la sua al femminile. E’ in uscita il nuovo album di Luciana Bigazzi; si intitola “Magical Places”, è il terzo e più ambizioso volume della saga “Works for Piano” e si presenta domani alle 18 alla Feltrinelli di porta Nuova con incontro e brani dal vivo. (Segue l’intervista)

Paolo Ferrari

 

 

CRONACA QUI TO (TORINO e MILANO) – GIOVEDÌ 13 GENNAIO 2011

DISCHI

Luciana Bigazzi e il suo piano

Quando la musica è donna

Unica. Un aggettivo per niente esagerato, ma semplicemente realistico quando si parla di Luciana Bigazzi e del suo pianoforte, coppia rara nel panorama internazionale. La Bigazzi è, infatti, l’unica donna compositrice e interprete a livello europeo, vanto per il mondo delle note torinesi dove vive e lavora, e dove è nato il terzo progetto: “Magical Places” (NCM). (…) Una magia di note, appunto, legate tra loro dalla perfetta tecnica espressiva della pianista, una perfezione che non lascia da parte però comunicazione e forti emozioni. Cronaca Qui ha incontrato la Bigazzi proprio alla vigilia della presentazione del cd che avverrà domani alle 18.00 presso la Feltrinelli di Porta Nuova.

(segue l’intervista)

Simona Totino

 

 

LA REPUBBLICA – VENERDÌ 14 GENNAIO 2011-01-21

GIORNO & NOTTE

TORINO

Appuntamenti

THE MAGICAL PLACES

Alla Feltrinelli Express della stazione di Porta Nuova alle 18.30 si presenta il terzo progetto artistico della pianista Luciana Bigazzi intitolato “Magical Places-Works for Piano” (…).

 

 

LA STAMPA – TORINO SETTE – VENERDÌ 14 GENNAIO 2011

AGENDA CLASSICA

PIEMONTE IN DISCO DI LEONARDO OSELLA

LUCIANA BIGAZZI

VENERDI’ 14 LA PIANISTA PRESENTA A PORTA NUOVA IL SUO NUOVO ALBUM

Dopo le incisioni intitolate “Lacoste” e “Passages”, Luciana Bigazzi aggiunge un altro tassello alla sua attività di pianista-compositrice con un cd New Classic Music – Egea Distribution che sarà presentato (…). Sono 16 brani raccolti come “Magical Places” che rappresentano le impressioni ispirate ad un viaggio in tutto il mondo.

Lo stile è volutamente semplice, con temi di piacevole attrattiva che poggiano su pacificanti arpeggi. In alcuni casi si aggiungono alle note del piano suoni particolari di percussioni etniche, oppure la voce in sottofondo o il didjeridoo. I riferimenti dei singoli brani sono quasi sempre precisi: “A Torre de Belém” e “Lisboa” (Omaggi al Portogallo), “Neeta” e “Babloo” (Omaggi all’India), “Lu rusciu te lu ientu” (Omaggio al Salento), “Trandafirii din Bucuresti” (Omaggio alla Romania), “Breakfast in London”. Ma non si deve pensare a richiami folclorici di facile quanto mai banale effetto: la memoria dei luoghi è trasfigurata nello scorrere, per lo più lento e fluido, delle melodie.

Non mancano dediche personali (…).

 

 

LA NUOVA VOCE – MERCOLEDÌ 12 GENNAIO 2011 (SETTIMANALE)

COLLINA

LUCIANA BIGAZZI, UNA PIANISTA PER “MAGICAL PLACES”

(…) nuovo disco intitolato “Magical Places – Works for Piano” – In Magical Places sono inclusi 16 brani che esprimono più mondi emozionali (…) testimonia una forte vena creativa (…) potenziale interpretativo di alto livello. Con questo terzo progetto luciana Bigazzi si conferma una delle figure più interessanti ed originali del panorama musicale contemporaneo, sia per l’unicità del suo ruolo di pianista-compositrice, interprete di se stessa, che per le novità stilistiche presenti nelle composizioni. (…)

 

 

LA STAMPA – MERCOLEDÌ 5 GENNAIO 2011 (QUOTIDIANO) 
GIORNO E NOTTE

RECENSIONE

Solo magia nell’album della Bigazzi

(…) Ha ben focalizzato la propria dimensione artistica nell’ambito della nuova musica strumentale italiana, attraverso un linguaggio originale, ricco di emozionalità.

La Bigazzi è tra le poche donne in un mondo di pianisti-compositori (Allevi, Einaudi, Nocenzi, Cacciapaglia). Ma ascoltando le 16 tracce di Magical Places si capisce che non ha timore dei suoi colleghi. Tutti i brani, di cui l’artista ha realizzato lo spartito nella versione per piano solo, sono frutto di una tecnica moderna ed intrigante, capace di aggiungere ulteriore valore grazie alla personale interpretazione. La vena creativa scaturisce da un mondo tutto al femminile per la delicatezza con cui libera emozioni e sentimenti.

Seducono poi l’ascoltatore le scelte timbriche che caratterizzano gli arrangiamenti dei brani pianistici, in cui sono privilegiati strumenti particolari, dal didgeridoo al “canto armonico”, dal riq al bodhran e ad altre percussioni, generando una polifonia semplice, ma capace di commuovere. I suoni riescono a creare e descrivere luoghi, azioni, sensazioni, immagini.

Un lavoro che scavalca il concetto di “genere musicale” affidandosi in modo genuino alle diverse esperienze creative, al modo di scrivere e di suonare di Luciana Bigazzi. (…)

Marco Basso

 

 

COOL TO Magazine – Dicembre 2010 / Gennaio 2011
Pagg. 18-19

COOL PEOPLE – Luciana Bigazzi

Pianista compositrice torinese di adozione. Musicista classica che ha sviluppato il suo interesse verso il Jazz-Rock e la Fusion. In uscita il suo terzo album “Magical Places”.

(…) Oggi il suo terzo album realizzato come pianista-compositrice, Magical Places (…), costituisce un momento importante della sua attività artistica ed entra di diritto a far parte della “nuova musica strumentale internazionale”, grazie ad un linguaggio riconoscibile, supportato da una notevole capacità interpretativa.

Daniele Smaltini

 

 

CITTÀ NUOVA – 22 DICEMBRE 2010 (SETTIMANALE)

CD E DVD NOVITÀ

22 DICEMBRE 2010 DI VV AA

(…) LUCIANA BIGAZZI Magical Places (NCM – Egea) 16 tracce contro “il logorio della vita moderna”. La pianista e compositrice torinese al terzo album si conferma un ottimo esempio di come la musica strumentale possa non risultare noiosa. Tre strumentisti di supporto aggiungono sfiziose spezie multietniche.

(f.c.)

 

 

L’UNIONE MONREGALESE – 15 Dicembre 2010
N.46 Pag. 38

Cultura e società

Paolo Roggero recensisce il nuovo album della pianista torinese Luciana Bigazzi

Luciana Bigazzi – Magical Places – works for piano – 2010, NCM – Contemporanea

(p.r.) – Il percorso di un musicista nella propria vita artistica passa attraverso l’esplorazione del mezzo espressivo e gli itinerari che portano alla scoperta di sé stessi e del mondo. Quando queste strade si incrociano nascono opere come Magical Places, album di Luciana Bigazzi. Ognuno dei brani custodisce un ricordo: istantanee sonore, piccoli idilli, atmosfere in cui veniamo invitati ad immergerci, dipinte da note lasciate gocciolare come una pioggia di ricordi. Il pianoforte è maestro concertatore e protagonista, come se invece di confezionare piccole madeleines per inseguire il proustiano tempo perduto la composizione si protendesse verso nuove terre inesplorate. Un racconto di itinerari passati che si fa viaggio musicale hic et nunc, attraverso un mescersi quasi spontaneo della tradizione melodica europea e delle sonorità di culture più lontane. Un disco piacevole, a cui consacrarsi al termine della propria giornata per lasciarsi sedurre dai suoi affascinanti paesaggi musicali.

 

 

LA NUOVA VOCE – SPECIALE NATALE 2010
GUIDA ALLE FESTE – PAG.17 (SETTIMANALE)

MUSICA PER SOGNARE “MAGIE”

Magical Places, il progetto artistico di Luciana Bigazzi

Magical Places – Works for Piano è il terzo progetto artistico di Luciana Bigazzi in cui il suo pianoforte, da solo o accompagnato da altri strumenti, è l’indiscusso protagonista. (…) In un momento in cui il concetto di “genere musicale” vive profonde evoluzioni, prefigurando sempre più un avvicinamento delle varie esperienze creative, il modo di scrivere e di suonare che è presente in Magical Places rispecchia perfettamente questa voglia di unire e non dividere, di credere nella voglia di comunicare e nelle emozioni positive che la musica può generare. (…)

 

 

Destak – 3 de Dezembro de 2010
MÚSICA

Cordas Mȧgicas dos italianos no Porto

A Câmara do Porto e a Embaixada de Itália  em portugal promuove (…) um espectáculo musical na cidade com artistas italianos.

(…) Compositora e pianista de referência, Luciana Bigazzi è figura maior do panorama artístico musical italiano, conhecida pela criatividade das obras instrumentais. O mais recente álbum è composto por composições originais e chama-se Magical Places – Works for Piano. (…)

Porto Bairro Bairro (Porto – Portugal) –  4 de Dezembro 2010, sabado

21H30

Auditorio da Faculdade de Engenharia da Universidade do Porto

INVITO / Cordas Magicas

Cordas Magicas è un concerto único, que junta em palco o maior guitarista italiano contemporâneo, Maurizio Colonna, e uma compositora e pianista de referênzia, Luciana Bigazzi, interpretando a solo e em duo um programa exclusivo para esta apresentação no Porto, que inclui a estreia mundial de alluma peças musicais.

Angelo Arena

Consul Honorario de Italia

Consolato Onorario d’Italia – Porto (Portugal), 6 de Dezembro 2010

DICHIARAZIONE

Cordas Màgicas, il concerto della pianista Luciana Bigazzi e del chitarrista Maurizio Colonna, che si è tenuto sabato 4 dicembre all’Auditorio della Facoltà di Ingegneria di Porto, è uno spettacolo bello ed evocativo. L’evento, patrocinato dall’Ambasciata d’Italia a Lisbona, è stato organizzato dal Consolato d’Italia a Oporto con la collaborazione del Comune di Oporto, del Commissariato Culturale dell’Università di Oporto e dell’Associazione Socio-Culturale Italiana del Portogallo con sede a Oporto.

Il concerto si è aperto con uno splendido brano, eseguito dai due artisti in anteprima mondiale, A Torre de Bèlem – Homenagem à Portugal, tratto dall’ultimo album della Bigazzi, Magical Places – Works for Piano, al quale è seguita una serie di composizioni, di esecuzione e composizione della pianista, alcune tratte, anch’esse, da questo cd di prossima uscita. Una cascata di note e di emozioni, che interiorizzavano lo spettatore sull’onda di un’appassionata energia ritmica, riconducendolo in un’atmosfera, spesso filmica, di sogno e fantasia, scandite da tanti clamorosi applausi del pubblico. (…)

Ovazioni al termine dello spettacolo con richiesta di bis. La partecipazione del pubblico è stata numerosa ed entusiasta per un concerto di sicuro successo, che è riuscito a portare alla più atlantica città del Portogallo i profumi e gli aromi di un Mediterraneo colto e raffinato.

Ho avuto il privilegio di assistere alle prove ed ho avuto il piacere di constatare la forte vena creativa e l’elevata capacità interpretativa degli artisti che suscitavano una serie di vive emozioni.

E’ stato un grande piacere avere avuto l’opportunità di conoscere questi due grandi artisti che portano alto il nome dell’Italia nel mondo e che speriamo di poter riavere qui a Oporto.

Il Console Onorario

Generale Angelo Arena

 

 

ItalianCult London / Facebook – 21 febbraio 2009
ItalianCult London ha scritto alle 19.55 del 21 febbraio 2009

Luciana Bigazzi – 21 Febbraio 2009 – ore 19.55

Hello everybody,

The Italian Cultural Institute in London is a big fan of Luciana.

She is a marvellous artist and person and we really enjoyed her wonderful concert at the Institute yesterday!

If you would like to know more about us and the series of New Instrumental Music concerts we organize at the Institute please have a look at our website www.icilondon.esteri.it (…)

Facebook  – Luciana Bigazzi – 21 Febbraio 2009 – ore 19.55

 

 

Thisislondon.co.uk  –  February 2009
London News and Rewiews
Istituti Italiani di Cultura all’estero. Gli eventi settimanali dal 19 al 25 febbraio

MUSIC This London

The pianist performs music from her albums, Lacoste and Passages

Istituto di Cultura Londra:

Concerto di Luciana Bigazzi nell’ambito della rassegna serie Nuova Musica Strumentale Italiana

La pianista e compositore Luciana Bigazzi in una serata al pianoforte presenta le musiche tratte dal suo utlimo album “Lacoste and Passages”.

 

 

Fondazione italiani  –  February 2009
Giornale on-line
Eventi
News

Segnaliamo dai nostri amici dell’Istituto Italiano di Cultura, questi due bellissimi concerti

The Italian Cultural Institute present for the series New Italian Instrumental Music

Luciana Bigazzi and Maurizio Colonna in concert

Luciana Bigazzi in concert  – 20 February 2009

Pianist and composer Luciana Bigazzi will perform her own music for piano from her albums Lacoste and Passages. She has performed at festivals around the world and has been broadcasted by Italian and international TV channels, including RAI. She has numerous recordings to her name, both as a soloist and as artistic director, including a CD recorded live at the Concert for Solidarity, on which she performs pieces from her own chamber music repertory; the CD Christmas Songs for Guitar and Piano, with Maurizio Colonna at the guitar, on which they have rearranged some of the best known Christmas Carols, producing refined instrumental versions for guitar-piano duo and solo piano. The CDs Lacoste and Passages contain her own original compositions for piano that she also performs. As artistic director, Luciana has developed and coordinated concerts, record and video projects in Italy and the US. Her artistic output includes the soundtrack for the film Object of Beauty, starring John Malkovich and Andie McDowell. She has also worked as a music consultant in the theatre field and has been responsible for the artistic and musical choices of several educational theatre projects. She has founded, together with Maurizio Colonna, the label NCM – New Classic Music/EGEA Distribution.

 

 

EVENTS AT THE ITALIAN CULTURAL INSTITUTE – LONDON (UK)
February 2009

NOTIZIA

Fryday 20/02 at 7pm – New Italian Instrumental Music”: Concert by Luciana Bigazzi

“This  marvellous pianist and composer with numerous recordings to her name, both as a soloist and as artistic director was involved in the making of the soundtrack for the film “Object of Beauty” (starring John Malkovic and Andie Mc Dowell)”.

Italian Cultural Institute London

EVENTS AT THE ITALIAN CULTURAL INSTITUTE – London – February 2009

 

 

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008
“Divenire” sampler
  1. Luciana Bigazzi

Dall’album Passages-Works for Piano (New Classic Music/Egea)

La concertista classica e raffinata compositrice propone (…) una riuscita “poesia” in saldo equilibrio tra tradizione “colta” e modernità elegante, dalla solida forma espressiva.

Lauro Tamburi

 

 

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008
Mensile – N. 189 – Pagg. 64, 65, 66
EMMEK EDITORE

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008

Alcuni stralci dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi a Sergio d’Alesio

MUSICA

LUCIANA BIGAZZI – Il piano è donna

S.d’A. Il cd alterna momenti di vivida contemplazione (“Acaya”) a dinamici fraseggi strumentali (“Pasadena Freeway”), che regalano tono ed equilibrio all’entertainment: qual è lo scopo di questa ecletticità espressiva?

L.B.  “Grazie per le sue considerazioni! Gli umori non sono mai statici: ogni individuo ha la necessità di creare dei propri equilibri. Così anche la musica ha bisogno di equilibri propri”.

S.d.A.  Ma l’album ha un significato univoco o va inteso come un collage che racconta storie, emozioni e vibrazioni differenti?

L.B.   “Il titolo si presta a più interpretazioni: “passaggi” di vita, di ritmo, di colore, di forme e così via…(…)”.

S.d.A.  Il progetto include omaggi al Salento, al romanziere francese Maxence Fermine e all’architettura di Antonio Gaudì…

L.B.  “Bisogna essere riconoscenti a tutto ciò che ci aiuta a crescere: non si deve dimenticare. (…)

S.d.A.  Nel quotidiano come vive la riflessiva spiritualità del pianoforte?

L.B.  La spiritualità va ben al di là di uno strumento musicale. E’ pur vero che il pianoforte rappresenta per me un mondo di affetti “sonori” da cui ricevo energia positiva”.

S.d.A.  Ma la musica per pianoforte…

L.B.  “Il mondo della musica, per me, è affascinante perché non presuppone graduatorie tra gli strumenti, le persone e i generi. Ogni spazio timbrico ed emozionale ha il suo pubblico e ogni persona è libera di ascoltare e di suonare la musica che desidera”.

S.d.A.  Non trova che per un neofita la pur basilare educazione accademica sia troppo lontana dall’espressività e dal linguaggio sonoro del nuovo millennio?

L.B.  “Penso che, fra mille anni, il concetto stesso di musica sarà diverso da quello attuale. Un percorso musicale accademico dovrebbe sempre avere ben salde le radici nel passato e su di esse costruire le nuove realtà, tracciando così altre radici per il futuro. (…) Si sente forte l’esigenza di un rinnovamento generale”.

Sergio d’Alesio

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008 – Mensile – N. 189 – Pagg.

 

 

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008
MUSICA

LUCIANA BIGAZZI – Il piano è donna

Luciana Bigazzi non è solo una straordinaria pianista. Da oltre dieci anni compone, arrangia, produce, dirige la collana internazionale di spartiti Christmas Songs Collection (…).

Diplomata in pianoforte e in clavicembalo (…) ha perfezionato il suo stile con maestri (…), diventando concertista internazionale.

In veste di produttore sviluppa e coordina vari progetti dei chitarristi Maurizio Colonna e Frank Gambale (…) …e il più recente Bon Voyage, presentato con successo anche in India (…).

Oggi torna sulle scene con l’album Passages – Works for Piano (…). Il cd propone 14 composizioni che attraversano momenti di vita differenti e raccontano spazi del mondo. (…) Il collage alterna piccoli ritratti interiori e sentiti omaggi culturali espressi attraverso una scrittura sapiente e dinamica, che mette in luce le doti di interprete, oltre che di autrice, di Bigazzi.

Sergio d’Alesio

NEW AGE AND NEW SOUNDS – Music & Wellness – Ottobre 2008 – Mensile – N. 189 – Pagg. 64, 65, 66 – EMMEK EDITORE

 

 

AUDIOPHILE sound – Maggio 2008

LE RECENSIONI

Luciana Bigazzi. PASSAGES

CD New Classic Music NCM CD-003

Stereo, Studio recording, Chiesa di Saint-Lèger, Aymaville (Aosta).

Eng: Andrea Dugros

Mastering: Luciana Bigazzi & Marcello Sanfilippo.

www.egeamusic.com

giudizio artistico: OTTIMO

Quattordici brani originali di buona fattura (…).

Si tratta di un album per solo pianoforte, a parte tre brani in cui la Bigazzi è accompagnata da due eccellenti percussionisti: Ivan Ciccarelli (Hang Drum, Glockenspiel, Spring Drum) e Monica Smith (Cristal Bowls). La scaletta si snoda attraverso atmosfere e sonorità in continuo divenire, evidenziando una profonda ricerca musicale, sospesa fra tradizione e sperimentazione. La tradizione è evocata dal brano Acaya dedicato alla splendida terra del Salento, mentre gli altri omaggi musicali vanno a Maxence Fermine con il brano Neige, e ad Antoni Gaudì con Parc Guell.

Le composizioni della Bigazzi oscillano fra il jazz moderno e la musica contemporanea, con una notevole forza meditativa. Ogni singolo brano è una storia a sé, un piccolo affresco musicale sofferto, una confessione intima fatta con il cuore aperto, che induce alla

riflessione e all’ascolto attento.

Simone Bardazzi

Giudizio tecnico: OTTIMO-ECCEZIONALE

Ci troviamo al cospetto di un’ottima registrazione di pianoforte (e di percussioni in tre brani), realizzata senza indulgere nei soliti preziosismi audiophili, ma ricca di spunti e sfumature che faranno felici gli amanti della vera qualità del suono. Nessuna concessione al dettaglio iper radiografante, alle dinamiche esasperate, al sound-stage “creativo”, ma soltanto una bella incisione di pianoforte, fluida, piacevole e appassionante.

Il sound è caldo e avvolgente al punto giusto, il bilanciamento è puntuale, l’ambiente è ragionevole e tutto sembra contribuire a dare una veste sonora adeguata alle composizioni di Luciana Bigazzi, rispettandone i toni intimi e la sua volontà di colloquiare direttamente con l’ascoltatore.

Simone Bardazzi

AUDIOPHILE sound – Maggio 2008 – Pag.58 – N. 77 – MUSIC & MEDIA PUBLISHING LTD

 

 

FAMIGLIA CRISTIANA – Giugno 2008

Settimanale di informazione, attualità e cultura

CULTURA/MUSICA

Il cuore della pianista

Tenera, come in certi Notturni di Chopin. Rutilante, come nei tratti più focosi del Keith Jarrett classicheggiante. Semplice e profonda, come nelle più belle pagine di Erik Satie. E’ tutto questo e altro ancora la musica di Luciana Bigazzi (…).

(…) bel disco Passages (…).

(…) nuovi sono i suoi riferimenti culturali (da Maxence Fermine ad Antoni Gaudì).

Ma al di là delle etichette, nei 14 brani dell’album pulsano atmosfere cangianti, altamente evocative, che disegnano una geografia dell’anima delicata, intimamente femminile: grande tecnica al servizio di un grande cuore.

Roberto Parmeggiani

FAMIGLIA CRISTIANA – Settimanale di informazione, attualità e cultura – 29 Giugno 2008 – Pag. 112 – N.26 – Periodici San Paolo – ITALIA

 

 

VOGUE ITALIA – Mensile – Giugno 2008
Dall’intervista a Luciana Bigazzi di Valentina Bonelli
Vogue

INTERVIEW

L.B. “Tutta la buona musica di oggi può essere definita “classica”: Le distinzioni tra “colto” e “popolare”, spesso sentenziate, dovrebbero essere riviste”.

L.B. “Una stessa musica si può considerare <<popolare>> e no”. (…)

Valentina Bonelli

VOGUE ITALIA – Mensile -Giugno 2008 – Pag.44 – N.694 – EDIZIONI CONDÉ NAST

 

 

VOGUE ITALIA – Giugno 2008
Vogue

INTERVIEW – Luciana Bigazzi

Pentagramma di ricordi e paesaggi. Con suoni e silenzi Luciana Bigazzi descrive esperienze vissute, emozioni. Attingendo alla grande cultura classica. Unita alla tradizione popolare ed etnica.

Luciana Bigazzi non ama racchiudere la propria musica nella definizione di un “genere”, e ci tiene ad affermare che ogni brano nasce dall’emozione, non da calcoli armonico-matematici. Anche i titoli, narrativi, poetici, spesso nomi di luoghi e paesi.lo rivelano. (…)

Quanto è naturale l’approccio alla composizione della pianista e compositrice torinese, tanto la sua visione della musica pianistica di oggi (…) è libera, aliena da preconcetti.(…)

Alla sua serena filosofia musicale, che si immagina anche di vita, Bigazzi è arrivata attraverso un percorso formativo e professionale colto e raffinato.

Valentina Bonelli

VOGUE ITALIA – Mensile – Giugno 2008 – Pag. 44 – N.694 – EDIZIONI CONDÉ NAST

 

 

SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Maggio 2008
Incontro con Luciana Bigazzi
Una “ricarica” di fantasia

La pianista (…) compone soprattutto per la volontà di cimentarsi con musica nuova, che stimoli le emozioni, con percorsi sonori fissati sul pentagramma. L’ultimo cd, Passages, contiene un Gloria, che conferma l’intenzione di scrivere un’intera Messa per pianoforte. (…)

Passages, il disco che raccoglie le ultime composizioni della pianista Luciana Bigazzi, è nato da alcune riflessioni sull’esistere. In fondo, spiega la musicista (…), la nostra vita si sviluppa attraverso “passaggi”. È come un viaggio con le sue partenze e le fermate. E poi, anche sotto il profilo musicale, i “passaggi” melodico-armonici ci conducono in luoghi e tempi segnati dalle emozioni. Prima ancora di affidarsi all’ascolto del cd, colpiscono i nomi dei brani: dai Fiori di loto del precedente disco, Lacoste, al Gloria di Passages, un brano ispirato alla religiosità cristiana. Due mondi spirituali lontani, da Oriente a Occidente, apparentemente inconciliabili. Eppure, proprio le composizioni di Luciana Bigazzi svelano che il concetto di Oriente e di Occidente è limitante. “Basta osservare un mappamondo per rendersi conto che ogni terra ha, dentro di sé, il suo Est e il suo Ovest”.

Pino Pignatta

 

 

SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Maggio 2008 – ANNO 14 n.139
SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Maggio 2008

Dall’intervista a Luciana Bigazzi di Pino Pignatta

Incontro con Luciana Bigazzi

Una “ricarica” di fantasia

P.P. Quest’ultimo disco suggerisce idee compositive che guardano al minimalismo., oggi coltivato da molti compositori. E’ così?

L.B. Il minimalismo è un modo di comporre. Lo apprezzo, come apprezzo altri stili. Ma quando suono e scrivo musica non penso assolutamente al minimalismo. Ho cercato di capire qual è il senso che mi spinge a comporre, se ce n’è uno. E ciò che scrivo non è necessariamente vincolato a stili oggettivi.

P.P. Perché una pianista affermata sente il bisogno di comporre? Non ha forse il pianoforte una letteratura sterminata, da interpretare indicando sempre vie nuove?

L.B. Ho una biblioteca di spartiti davvero ricca di titoli: ho letto tantissimo. Però dopo centinaia di esecuzioni degli stessi brani, alcuni dei quali di straordinaria bellezza emozionale, e dopo ripetuti ascolti di grandi interpreti del pianoforte (e non solo), mi sono chiesta che cosa avrei potuto fare per “ricaricare” la mia fantasia musicale. Nell’Ottocento i Maestri componevano nuova musica per il loro pubblico e gli allievi…Oggi questa soluzione viene vista a volte con perplessità, un peccato d’arroganza per chi “osa” cimentarsi. La mia esigenza di comporre è nata anche dalla volontà di suonare musica nuova.

(…)

P.P Quanto le sue musiche sono gelosamente “sue”, nel senso che le esegue lei stessa e quanto le vedrebbe suonate anche da altri interpreti?

L.B. I brani sono di tutti coloro che vorranno suonarli, visto che c’è lo spartito, per le edizioni Carisch-Machiavelli Music Publishing. (…)

Pino Pignatta

SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Maggio 2008 – ANNO 14 n.139

 

 

 

TGCOM Spettacolo – 25 Aprile 2008
Popular, in scena Luciana Bigazzi
L’intervista di Tgcom alla pianista

La pianista e compositrice Luciana Bigazzi ospite questa settimana  a “Popular”. Luciana con Jörg Demus, Paul Badura Skoda, Emilia Fadini e Lazar Berman si è perfezionata nell’interpretazione del repertorio pianistico, clavicembalistico e della musica da camera. (…). Ha inoltre prodotto numerosi Tour concertistici, Seminari e Master Classes tra cui si ricordano i concerti acustici del DUO Colonna & Gambale, del DUO Antonella Ruggiero & Maurizio Colonna e del TRIO Ruggiero-Colonna-Gambale. Nel Maggio 2006 è stato pubblicato il CD “Lacoste”, con dieci sue composizioni originali per Pianoforte, da lei stessa interpretate. Il suo nuovo disco è invece “Passages” con quattordici composizioni originali per Pianoforte, da lei scritte ed interpretate.

G.B Luciana, cosa significa per te comporre ma anche eseguire un pezzo; trovi che la tua musica in un certo qual modo sia evocativa?

L.B. La composizione è un modo per ordinare le idee musicali. A volte in uno stesso giorno posso abbozzare più brani: tutto dipende dallo stato d’animo del momento…Altre volte resto giorni e giorni senza scrivere…un po’ forse per “ricaricare” le batterie… Di solito compongo e suono “in diretta” le frasi melodico-armoniche. Per me suonare è davvero importante. I brani nascono dall’esigenza di voler raccontare qualcosa: un ricordo, una sensazione presente, una descrizione sonora di immagini o storie…Se non ho il pianoforte vicino, annoto semplicemente le idee su pezzi di carta, attendendo di eseguirli appena possibile. Quando scrivo musica “cerco” l’emozione. Quello che capita alla musica è un po’ quello che avviene con i profumi e il cibo: si possono ricordare storie, eventi, momenti di vita…

G.B. Il tuo nuovo album “Passages” com’è nato?

L.B. Il progetto “PASSAGES WORKS FOR PIANO” pubblicato NCM-New Classic Music / EGEA Distribution) è stato preparato dopo la registrazione dell’album “LACOSTE  – WORKS FOR PIANO” che, in qualche modo, idealmente lo precede. Ho scritto molti più brani di quelli presenti nel cd, ma poi ho scelto quelli che più potevano rappresentare quel mio periodo di vita. Anche in questo caso, come già scelto per Lacoste, oltre al cd è stato anche stampato lo spartito (edito da Carisch-Machiavelli Music Publishing). Un musicista che compone dovrebbe consentire ad altri di poter rieseguire, anche in modo molto personale, le sue musiche: ecco perché esiste lo spartito che, ci tengo a precisarlo, non deve assolutamente vincolare gli esecutori alla stesura da me indicata: quello che capita nel jazz (e che già capitava in epoca barocca), da tempo indica come possibili le strade dell’improvvisazione e della re-interpretazione, e questo è importante.

G.B. Cosa farai a livello di concerti?

E’ in preparazione un tour. Per il momento non conosco le date e i periodi.

Penso che oggi, grazie alle tecnologie, il pubblico sia particolarmente facilitato nell’ avvicinarsi ai musicisti e alle loro performances. Come la letteratura, che attraverso i secoli ha dimostrato come sia possibile divulgare l’arte delle parole avvicinando i lettori senza necessariamente costringerli ad andare a teatro, così anche la musica, con le tecnologie audio/video, può avvicinarsi al suo pubblico senza farlo scomodare da casa.

Giancarlo Bastianelli

TGCOM Spettacolo – Mediaset – 25 Aprile 2008

 

 

DRUM Club – Aprile 2008
Dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi ad Andrea Martini

Luciana Bigazzi spiega il suo progetto

A.M. Da cosa trae ispirazione la tua musica?

L.B. A me piace molto osservare la natura, la gente…(…) la mia musica nasce così…semplicemente dal vissuto quotidiano.

A.M. Come collochi il tuo ruolo all’interno di un’area strumentale che, diciamolo pure, è ancora prevalentemente maschile?

L.B. E’ un mondo sonoro in cui mi trovo benissimo. La musica è prodotta dalla mente, dall’animo, quindi può essere pensata da qualunque persona. Le donne oggi sono molto impegnate nella musica (…), l’area strumentale è quella più internazionale di tutte, perché parla la stessa lingua…ovunque. Quando la musica (…) viene ascoltata con piacere, (…) l’ascoltatore non si pone il quesito se essa sia stata pensata da un uomo o da una donna (…).

A.M. Cosa pensi del mondo informatico in evoluzione che, inevitabilmente, coinvolge anche la musica?

L.B. Il pubblico si evolve e cresce; un mondo di persone naviga oggi la rete, si aggiorna, ascolta, conosce…credo che la tecnologia, se utilizzata in modo appropriato e utile per la crescita personale, sia un dono per tutti.

A.M. In Italia i Conservatori stanno perdendo quota: cosa sta succedendo, secondo te?

L.B. Sta capitando quello che era prevedibile…I programmi di studio non sono più adeguati ai nostri tempi. Dalla metà del Novecento ad oggi, sono capitate un po’ di cose (…) E alcune hanno sconvolto le regole generali. Lo studio del passato è un atto dovuto e utilissimo per crescere e per capire…ma non può essere l’unico!

C’è bisogno di capire il presente, la nostra vita. Non possiamo vivere rivolti al passato, ma abbiamo il dovere di costruire  la nuova storia, la nostra storia. (…) non vanno sottovalutate l’intelligenza altrui e la realtà del tempo che passa.

Andrea Martini

DRUM Club – Aprile 2008 – N.2 – Il Volo S.r.l. Editore

 

 

DRUM Club – Aprile 2008
Passaggi percussivi per piano

Dopo Lacoste – Works for Piano del 2006, la pianista-compositrice Luciana Bigazzi si presenta ora con il suo nuovo lavoro discografico intitolato Passages-Works for Piano per cui ha chiamato a sé le percussioni di Ivan Ciccarelli e Monica Smith.

In Passages-Works for Piano è ancora più riconoscibile il suo originale mondo compositivo, unito ad un pianismo raffinato, che vanno a collocarsi in maniera naturale nell’ambito dell’area di musica definibile classica-contemporanea.

In un periodo come questo, molto favorevole ai pianisti impegnati a comunicare con il grande pubblico attraverso le proprie composizioni, Passages-Works for Piano si ritaglia un suo spazio autonomo e personale, caratterizzato da intenzioni creative riconoscibili che andranno ad incontrare l’interesse di un pubblico eterogeneo e ampio. (…) la Bigazzi (…) in quest’ultimo cd coinvolge in tre dei quattordici brani, due percussionisti conosciuti ai più: Ivan Ciccarelli (che ha suonato hang, glockenspiel e spring drum) e Monica Smith (che ha suonato le rarissime cristal bowls).

Andrea Martini

DRUM Club – Aprile 2008 – N.2 – Il Volo S.r.l. Editore

 

 

DONNA MODERNA – 26 Marzo 2008
ATTUALITA’ – IL BELLO DELLO SHOW

Una pianista da scoprire

Se Giovanni Allevi e Ludovico Einaudi vi incantano, allora ricordatevi questo nome: Luciana Bigazzi. E’ una pianista dal tocco magico e Passages è il suo secondo cd. “E’ stato registrato in una chiesa in Valle d’Aosta dice l’artista torinese. Ed è il risultato di un esperimento: cercare di ringiovanire la musica classica, di portarla avanti, nel nostro tempo.”

Luca Castelli

DONNA MODERNA – 26 Marzo 2008 – Anno XXI N.12 – Mondadori

 

 

GRAZIA – 25 Marzo 2008
LE CANZONI

Musica classica, pop quanto basta

Luciana Bigazzi non è solo una straordinaria pianista. E’ compositrice, arrangiatrice, produttrice,  insegna e scrive. Nonostante le solide basi classiche (diploma di pianoforte e clavicembalo) la sua musica è comunque apprezzabile da chi basi non ne ha. Accessibile a molti, non troppo pop, per niente furbetta (accusa, questa, fatta spesso nei confronti della musica di Giovanni Allevi).

Passages Works for piano. Carisch-Machiavelli Music

Simona Siri

Grazia – Settimanale – 25 Marzo 2008 – n.12 – Mondadori

 

 

CORRIERE DELLA SERA – MAGAZINE – Milano, 20 Marzo 2008
(PASSIONI) – MUSICA

Track list Ai confini

I cd di piano solo (o quasi) sono ormai diventati un genere, spesso difficile da classificare, tanto mischia echi di classica, jazz e new age. La pianista e compositrice (uscita dal Conservatorio di Torino) fa di queste contaminazioni il suo stile. Intima (Acaya) o frenetica (Pasadena Freeway), non è mai banale né scontata.

Lorenzo Viganò

CORRIERE DELLA SERA – MAGAZINE – 20 Marzo 2008 – N.12 – RCS Quotidiani

 

 

La Repubblica – Torino, 7 Marzo 2008
NOTIZIA
GIORNO E NOTTE – “Appuntamenti” a cura di Gabriella Crema

WORKS FOR PIANO

Alle 18 alla Feltrinelli in piazza CLN 251, la pianista e compositrice Luciana Bigazzi presenta il suo nuovo cd “Passages Works for Piano”: quattordici composizioni per pianoforte che attraversano momenti di vita e raccontano spazi del mondo. Info (…)

La Repubblica – Torino, 7 Marzo 2008 – XVI

 

 

SUONO – Maggio 2007
SERVIZIO
MUSICA

“Ci divertiamo insieme – M. Colonna e F.Gambale”

“Bon Voyage, terzo ed ultimo CD del duo italo-australiano (…) – undici brani (…) composti dai due chitarristi, eccezion fatta per Blue Moon (di Rodgers/Hart) e Maratea di Luciana Bigazzi (produttrice del Cd con Roberto Colombo, etichetta Libera/EDEL). (…)

– Dall’intervista a Maurizio Colonna:

“(…) la nostra collaborazione (Colonna/Gambale, ndr) ci ha visti impegnati in molte tournée, in registrazioni video-discografiche e televisive e in tantissime masterclasses, tenute nelle più diverse realtà accademiche.

Tengo a dire che l’intera attività artistica e didattica è stata coordinata da Luciana Bigazzi, senza la quale non avremmo potuto concretizzare il nostro percorso fino ad oggi (…)”.

SUONO  Stereo Hifi – “la più autorevole rivista audio” – Anno XXXVII N. 404 Maggio 2007  – Pagg. 114-115

 

 

SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Dicembre 2006
LE OPINIONI DEI LETTORI
(direzione@suonare.it)

Allevi, un pianista del XXI secolo

“Ho letto con vivo interesse l’articolo di fondo dedicato ai nuovi volti della musica classica (…). Alla lista dei compositori contemporanei aggiungerei anche Luciana Bigazzi, promotrice di una musica dal vago sapore orientale”.

Gianluca Negrini

SUONARE news – Il mensile dei musicisti – Dicembre 2006 – ANNO 12 n.123

 

 

Il Saggio – Novembre 2006 (continua dal numero di ottobre)

“Eze-Village” è il titolo del terzultimo brano dell’album della  compositrice-pianista Luciana Bigazzi.  Anche questa composizione rievoca sentimenti e sensazioni di  un passato reale – visita al  luogo francese -, ma  trasfigurato  in sogno attraverso la magica voce della tastiera bigazziana. La pagina pianistica è incentrata su due temi, di cui il primo è di carattere essenzialmente ritmico (batt.1-12), il secondo melodico (batt.13-18). Entrambi i temi sono poggiati su un basso ostinato di semicrome arpeggiate. Il primo tema, espresso in stile prevalentemente monodico, pur incorniciato in un contesto di arpeggi, descrive una melodia semplice ed orecchiabile; il secondo è, come sempre, rafforzato dal contesto accordale. L’intera composizione è strutturata in tre momenti: l’esposizione dei due temi (miss. 1-31), una sezione di divagazione costruita su spunti tematici e caratterizzata da cambiamenti di tempo (4/4, 5/4, 6/4) e una sezione finale che riprende il solo primo tema utilizzato per liquidare il materiale tematico e concludere l’intera composizione (miss.44-50). Il brano è tra quelli di carattere brillante, con qualche spunto addirittura virtuosistico, e sempre ricco di un’accattivante linea melodica.

“Portovenere” è il canto che rievoca le sensazioni provate nella cittadina (…) confinante con la Liguria, in cui l’atmosfera marina si coniuga con il verde terrestre in una simbiosi da sogno. La pagina è scritta nella forma del preludio che, mentre richiama anche nella scrittura visiva quello più celebre in Do maggiore del primo volume del Clavicembalo ben Temperato di Bach, rievoca nel contempo l’ondeggiare del mare.

Come osserva il Vitale, ogni battuta è strutturata su un pedale che conferisce unità autonoma agli arpeggi degli agglomerati sonori verticali che creano accordi consonanti e dissonanti sempre senza preparazione e senza risoluzione. Ci troviamo – continua l’analista – compositore – di fronte a musica atonale, non essendo rispettate le funzioni tonali. Il brano è fatto di pure successioni intervallari contenute negli arpeggi. La composizione si regge su unità ritmica e alone armonico che rinnovano l’atmosfera sonora ad ogni nuovo agglomerato. Per quanto concerne la struttura della composizione, va detto che essa è costituita di soli arpeggiati nelle prime otto battute. Dalla misura 9 fino alla fine (batt. 43), fa capolino tra le volute ondeggianti degli arpeggi una melodia semplicissima ed essenziale fatta per lo più di note congiunte che creano una sensazione di nenia (Re, Mi, Re, Mi, Fa, Mi, Do, Re, ecc.). Probabilmente il modello della compositrice sarà stato proprio il preludio bachiano prima menzionato, completato dalla meditazione melodica di Gounod. A differenza di questo però, che appare ben definito sia in senso tonale-armonico che linguistico, quello bigazziano crea un’atmosfera variegata di sogno, la quale ben dipinge il contesto paesaggistico ispiratore dell’opera musicale.

“Maratea” è il brano che in maniera tanto nostalgica, quanto indefinita chiude l’album bigazziano. E’ un canto dolcissimo alla poetica terra lucana di Maratea che sorge accanto a Lagonegro (…) pagina pregna di struggenti ed indimenticabili ricordi. Sotto il profilo ermeneutico, Alfonso Vitale vi legge innanzitutto un rapporto con Bach: <<il rapporto intervallare Re-Mi-Fa – scrive il compositore – è l’asse portante del pezzo. Un’analoga relazione di intervalli si trova nella prefazione del Clavicembalo ben temperato di Bach ed è la sigla delle scale di modo minore. Il rapporto Re-Mi-Fa – continua – riveste un ruolo particolare: sembra che la compositrice voglia rievocare l’intonazione arcaica di questi tre suoni quando, cioè, tra Re e Mi c’era la distanza di un tono piccolo, tra Mi e Fa quella di un semitono naturale e tra Re e Fa quella di una terza minore piccola. Se così fosse il brano potrebbe leggersi anche in protus reale, che era il modo rinascimentale della speranza. La presenza del Si naturale, infine, ci confermerebbe la presenza di questo dorico>>. Se qualcosa c’è di vero nella lettura vitaliana di questo brano, potremmo anche pensare che l’autrice abbia voluto chiudere la sua raccolta con un canto che, se per un verso, è triste e nostalgico, per un altro verso è un inno alla speranza di un mondo e di un avvenire migliore. Sotto il profilo strutturale il brano è costituito da tre sezioni: la prima abbraccia le misure 1-8, la seconda le misure 9-16, la terza le battute 17-24. C’è poi una ripresa dello stesso materiale compositivo in maniera più o meno uguale che potrebbe rappresentare una reiterazione dei sentimenti già espressi.

In un momento in cui quasi non si scrive più per pianoforte, la produzione di Luciana Bigazzi appare notevolmente meritevole. Come già detto occasionalmente in precedenza, la produzione esaminata si presenta con caratteri formali alquanto peculiari: esposizione di uno o più temi musicali normalmente potenziati armonicamente e polifonicamente; reiterazione del materiale tematico per sottolinearne l’espressività; intenzionalità descrittiva, alla maniera romantica (…)”.

(continua nel prossimo numero)

Paolo Saturno * C. Ss R. Docente di Storia della Musica – Conservatorio di Musica “G.Martucci” di Salerno

* In collaborazione col M° Alfonso Vitale per l’analisi compositiva

Il Saggio – Mensile di cultura – Anno XI n.128 – Novembre 2006

 

 

New Age And New Sound – Ottobre 2006
Stralci dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi a Sergio D’Alesio

Il giocattolo più bello del mondo

L.B. “Amo il suono e le timbriche del pianoforte e lo giudico il mezzo per comunicare alla gente le mie emozioni nel modo più naturale possibile. (…)”

S.d’A. Il nuovo album Lacoste nasce da ispirazioni occasionali o sviluppa un tema unitario?

L.B. “Il progetto non elabora un tema unitario, è il risultato di sei mesi di riflessioni, di viaggi, di ricordi e di sensazioni. (…)”

S.d’A. Cosa le suggerisce oggi il termine <<musica classica contemporanea>>?

L.B. “Personalmente sono dell’idea che siamo troppo vincolati a separare la musica colta tradizionale dal jazz, il rock, la new age e tutto il resto. (…)

Fra trecento anni, quando l’umanità sarà più distaccata dalla realtà contingente, ognuno codificherà come musica classica solo la buona musica (…).

La musica è legata alla storia e all’evoluzione dell’uomo: un mondo senza la musica sarebbe davvero difficile da sopportare…”

Sergio d’Alesio

New Age And New Sounds – Ottobre 2006 – n. 166

 

 

New Age And New Sound – Ottobre 2006

CD del mese

LUCIANA BIGAZZI – Lacoste

(…) Emozioni appena accennate, ma non per questo meno acute e vissute, quelle che l’eclettica pianista-compositrice distribuisce dalla sua tastiera, che pare avvolta in un’atmosfera frizzante e quieta.

Lauro  Tamburi

New Age And New Sounds – Ottobre 2006 – n. 166

 

 

Il Saggio – Ottobre 2006  (continua dal numero di agosto)

Il cd di Luciana Bigazzi è costituito da dieci brani: Kyrie, Fiori di loto, Galaverna a Szrenica, Plaza Mayor, La Seine à Charenton, Lacoste, Algarve, Èze-Village, Portovenere, Maratea. Essi sono essenzialmente pezzi pianistici perché, anche quando vi si aggiunge la chitarra di Maurizio Colonna, questa rimane fuori dall’ordito musicale essenziale della partitura pianistica, rimanendo quasi commento esteriore di uno spettatore. È indubbiamente un commento quanto mai calzante, ma è pur sempre come il coro della tragedia greca di Eschilo, che non entra mai a far parte integrante dell’azione dei protagonisti.

La musa ispiratrice di queste pagine bigazziane è costituita per lo più da luoghi visitati (…). Questi evidentemente hanno impressionato lo spirito sensibile della compositrice al punto da costringerla a fissare sul pentagramma, per poi consegnare alla tastiera del suo strumento, le sensazioni suscitate in lei da questi incantevoli posti.

(…) Quella che segue, potrebbe essere letta come una riflessione a due voci, essendo il risultato del pensiero del M° Alfonso Vitale, compositore, e dello scrivente.

Premesso che quasi tutti i brani sono modali, la lettura del Vitale è soprattutto in rapporto ai modi, mentre la mia (…) è in rapporto alla poetica, alla vita.

Il “Kyrie”, che si ispira decisamente al gregoriano, canto modale per eccellenza, rievoca con rara efficacia suggestioni liturgiche, attraverso le poche e scarne note della melodia attentamente e ostinatamente ripetute per farle imprimere nella mente e più ancora nel cuore dell’ascoltatore. Anche gli arpeggi, che sostengono in maniera estremamente delicata la dolcissima melodia, contribuiscono a creare un misticismo carico di pathos. (…) Se la cristallinità della melodia ti riporta al tuo occidente (…), i massicci accordi in minore, quasi tema contrastante alla semplicità della melodia, ti trasportano in un modo ortodosso di racmaninoviana memoria. Il Kyrie di Luciana Bigazzi diventa allora un canto ecumenico, che invita persone (…) di diversa religione a pregare lo stesso Dio, padre unico di tutti gli uomini.

Il secondo brano “Fiori di loto” “è costituito – fa notare il compositore Alfonso Vitale – sulla scala pentatonica (do-re-fa-sol-la, in cui troviamo la successione di tono, terza minore, tono, tono). Il verticalismo – continua il Maestro – con le successioni armoniche sfrutta l’atonalità del motivo (…)”. Per quanto concerne la struttura, il brano è, sostanzialmente, il risultato di due o tre episodi (…). Il carattere è brioso, l’atmosfera è orientaleggiante. (…)

“Galaverna a Szrenica” è il terzo brano della raccolta. “Il motivo di quattro suoni – dice A.Vitale – si muove su un ostinato di due verticalismi, i cui bassi sembrano produrre una cadenza plagale (I-IV grado) e le variazioni melodiche del motivo si muovono su armonie fortemente cromatiche”. Si nota nell’ordito della composizione una presenza polifonica non imitativa. (continua nel prossimo numero)

Paolo Saturno * C. Ss R.

Docente di Storia della Musica – Conservatorio di Musica “G.Martucci” di Salerno

* In collaborazione col M° Alfonso Vitale per l’analisi compositiva

Il Saggio – Mensile di cultura – Anno XI n128 – Novembre 2006

New Age And New Sound – Ottobre 2006

 

LUCIANA BIGAZZI

Il giocattolo più bello del mondo

Il piano acustico è l’assoluto protagonista dell’album Lacoste, che inaugura il nuovo marchio di produzione New Classic Music, di cui l’eclettica pianista-compositrice è titolare. Atmosfere velate, suggestive frasi melodico-armoniche, raffinata interpretazione. Emozioni. (…)

(…) Nel 2006 si propone da solista con l’album Lacoste, che presenta dieci composizioni originali, con l’ausilio di un pianoforte americano Steinway del 1937, con un piccolissimo aiuto dei due amici specialisti delle sei corde (ndr F.Gambale e M.Colonna). (…)

Sergio D’Alesio

 

 

 

New Age And New Sounds – Ottobre 2006 – n. 166
Suono.it – 16/10/2006

Musica / Recensioni

Lacoste Works for Piano

Lacoste è un lavoro, come dice il titolo, completamente acustico, fatto essenzialmente di atmosfere velate, uno studio di suggestive frasi melodico-armoniche, interpretate con una intensa partecipazione della stessa compositrice impiegando una tecnica di matrice classica per creare ambienti musicali che un tempo si sarebbero definiti new-age. (…)

Pianista e compositrice formatasi nel mondo della musica classica ed approdata ad esperienze di produzione musicale classica-jazz-fusion, Luciana Bigazzi ha composto, per questo CD, dieci brani originali per pianoforte, coinvolgendo anche due virtuosi della chitarra classica ed acustica, Frank Gambale e Maurizio Colonna, in due brani. Il progetto Lacoste trae ispirazione dalle più varie emozioni scaturite – come ci indicano i titoli dei brani – dalla visione di un dipinto impressionista di Armand Guillaumin (La Seine à Charenton) oppure dalla contemplazione di luoghi e della natura (Maratea, Portovenere, Lacoste, Èze-Village, Galaverna a Szrenica, Algarve, Fiori di loto), fino alla realizzazione di un Kyrie molto intenso. Plaza Mayor è un omaggio a Michel Petrucciani.

Renato Trevisani

http://www.suono.it/Musica/Recensioni/Lacoste-Work-for-Piano

 

 

New Age And New Sound – Ottobre 2006

CD del mese

LUCIANA BIGAZZI – Lacoste

(…) Emozioni appena accennate, ma non per questo meno acute e vissute, quelle che l’eclettica pianista-compositrice distribuisce dalla sua tastiera, che pare avvolta in un’atmosfera frizzante e quieta.

Lauro Tamburi

New Age And New Sounds – Ottobre 2006 – n. 166

 

 

SUONO – Settembre 2006
Stralci dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi a Paolo Sanfilippo

L’AMATEUR PROFESSIONNEL – STORIE

L’anima a nudo

L.B. “Credo che la composizione musicale possa esprimersi in tanti modi; l’osservazione visiva può rappresentare una delle strade ispiratrici. La composizione non è un atto formale: ogni volta, attraverso questo straordinario mezzo d’espressione tento di comunicare qualcosa che ho dentro di me. Tuttavia non scrivo soltanto ispirata dalla percezione visiva: quando provo delle forti emozioni, che mi piacerebbe ricordare nel tempo, spesso cerco di fissarle, tramutandole in suoni”.

L.B. “(…) La formazione di ogni individuo lascia i suoi segni. E’ inevitabile. Credo però che la formazione non finisca mai: si cresce per tutta la vita. (…) In fondo tutti abbiamo, nel nostro vissuto, un’identità che non resta ferma nel tempo. Si cambia, ci si trasforma, si ritorna indietro, si procede verso il futuro. (…)”

L.B. “(…) Forse potrebbe sembrare un atto di presunzione o addirittura di indifferenza, ma per noi è molto naturale eseguire ciò che componiamo. Del resto, nel mondo del jazz, del rock, del pop avviene la stessa cosa e nella musica classica del passato si dava per scontato che i compositori suonassero le loro composizioni”.

Paolo Sanfilippo

 

SUONO – Anno XXXVI – n.396 – Settembre 2006
SUONO – Settembre 2006
L’AMATEUR PROFESSIONNEL – STORIE

L’anima a nudo

Consuetudine vuole che col musicista si discuta sui come e i perché strutturanti il suo pensiero musicale – e quindi il conseguente approccio – riflettendo  inevitabilmente sul rapporto con  compositori  privilegiati, eletti  di

volta in volta nella schiera dei “preferiti”…

La situazione cambia nel momento in cui le due figure di compositore-interprete vengono a coincidere perfettamente. E si fa ancor più sfaccettata quando non con un singolo, bensì con una coppia di siffatti artisti si abbia la ventura di imbattersi. Orbene, l’incontro con Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna, suggerito dalla recente uscita di due CD, uno per parte, risulta ben presto un valido pretesto per andare oltre le contingenze, pur importanti, di mani e intelletto. Si tratta di mettere a nudo l’anima dell’artista. (…)

Visione di un dipinto, contemplazione dei luoghi e della natura. Sembra quasi che vi risulti indispensabile trasformare la percezione visiva (e l’emozione ricavatane) in suono, dandole un colore altro, ancora più ineffabile delle tinte cromatiche. Un pretesto di antico retaggio, che comunque sempre si rinnova, in ogni epoca e con contorni propri… (…)

Paolo Sanfilippo

 

 

SUONO – Anno XXXVI – n.396 – Settembre 2006
Il Saggio – Novembre 2006
Gli ultimi cd di Maurizio Colonna e Luciana Bigazzi

(…) In un momento in cui quasi non si scrive più per pianoforte, la produzione di Luciana Bigazzi appare notevolmente meritevole. Come già detto occasionalmente  in precedenza, la  produzione  esaminata si presenta con caratteri formali alquanto peculiari: esposizione di uno o più temi  musicali normalmente potenziati  armonicamente e polifonicamente;  reiterazione  del  materiale  tematico  per  sottolinearne l’espressività; intenzionalità descrittiva, alla maniera romantica (…).

Paolo Saturno * C. Ss R. Docente di Storia della Musica – Conservatorio di Musica “G.Martucci” di Salerno

*In collaborazione col M° Alfonso Vitale per l’analisi compositiva

 

 

Il Saggio – Mensile di cultura – Anno XI n.128 – Novembre 2006
Il Saggio – Agosto 2006

(…) Luciana Bigazzi è pianista, musicologa, compositrice e produttrice (…).

L’ultimo cd dal titolo Lacoste appare quasi proposta di un nuovo genere musicale; una scommessa

musicale – pianistica per dire che il pianoforte non ha ancora concluso il suo percorso creativo.

(…) È la musica della vita. E, al pari della vita, offre spunti virtuosistici e romantici, tristi e sognanti,

sonorità consuete e inconsuete, temi conosciuti e sconosciuti, impasti inediti di chitarra e pianoforte

(…)La musica pianistica di Luciana Bigazzi sta a testimoniare la vitalità dell’armonia che non ha ancora completato il suo iter esistenziale; sta a mostrare percorsi ancora inediti di modalità e di atonalità; sta a sottolineare moduli sonori inconsueti per la tastiera, soprattutto sta ad indicare un connubio tra vita e musica dove la seconda fa da colonna sonora alla prima.

(continua nel prossimo numero)

Paolo Saturno * C. Ss R. Docente di Storia della Musica – Conservatorio di Musica “G.Martucci”

* In collaborazione col M° Alfonso Vitale per l’analisi compositiva

Il Saggio – Mensile di cultura – Anno XI n.125 – Agosto 2006

 

 

GuitArt – Luglio/Settembre 2006
Recensioni

“Lacoste vede interprete Luciana Bigazzi al pianoforte. Musiche d’atmosfera, d’ambiente, colonne sonore di ideali viaggi della fantasia ed “appunti di viaggio” interiori ) molte sono le suggestioni legate a località certamente toccate dalla musicista: Maratea, Portovenere, Èze-Village) ed il saldo retaggio della tradizione pianistica”classica”, sono i punti di forza di questa delicata e sognante proposta. (…)”

Piero Viti

 

 

GuitArt – Anno decimo – n.43 – Luglio/Settembre 2006
GuitArt – Luglio/Settembre 2006
Dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi a Piero Viti:

PRIMO PIANO

“(…) Quello che subito colpisce nel tuo Lacoste è la sensibilità “colta” che ammanta l’incisione, prestata però a linguaggi altamente comunicativi. È, comunque, sempre presente, anche nella tua dimensione di esecutrice, un richiamo “classico”, ricco di suggestioni e di rimandi, che, nel solco della grande tradizione pianistica, ne allarga i contenuti ad orizzonti più vicini al nostro sentire contemporaneo. (…)”

Piero Viti

 

 

GuitArt – Anno decimo – n.43 – Luglio/Settembre 2006
il giornale della musica – Luglio/Agosto 2006
Stralci dall’intervista rilasciata da Luciana Bigazzi a Isabella Maria

Dischi & media

Nuovi classici avanzano

Una collana di cd di nuova musica, pubblicata anche in partitura

L.B. “Siamo partiti dall’idea di costruire due dischi particolari, -spiega Luciana Bigazzi -, con cui proporre musica nuova, suonata dal compositore stesso, che però fosse reperibile anche a stampa, in modo da poter essere utilizzata da altri musicisti. Al termine del lavoro, c’è sembrato naturale prolungare questa esperienza e dar vita all’etichetta, nella speranza di coinvolgere colleghi musicisti (…), sia che scrivano musica originale, sia che propongano nuove interpretazioni di musiche già esistenti. (…) New Classic Music non si ricollega solo alla “classica”, ma accoglie musica che possa diventare “un classico” nel tempo, che liberi energie da vivere in futuro. (…)”.

Isabella Maria

il giornale della musica – Anno XXII, n. 228 luglio-agosto 2006

 

 

Chitarre – Giugno 2006
Stralci dall’ intervista rilasciata da Luciana Bigazzi ad Andrea Carpi

LB “New Classic Music vuole favorire l’espressività del compositore di oggi che suona la propria musica, per cui non si rivolge solo al mondo dell’interpretazione, ma preferibilmente al mondo della nuova musica. Via libera quindi ai nuovi mondi interpretativi su nuove composizioni”

LB “(…) non credo nelle mode, credo nel sentimento, nella personalità del singolo e penso che accogliere nella NCM varie personalità sia la nostra scelta. Quindi non una moda, non una scelta di genere, ma tante scelte diverse”.

Andrea Carpi

Chitarre – Anno XXI – Giugno 2006 – Paolo Somigli Editore

 

 

Chitarre – Giugno 2006
Recensioni cd

Luciana Bigazzi

Lacoste – Works for Piano

“(…) In effetti l’intero Lacoste è caratterizzato da un movimento lento e melodioso, da un incedere elegante e solenne, da un’ispirazione attenta, qua e là arricchiti da colori più accesi. Vi è molta contemplazione della natura: dall’istintivo approccio a un mondo sonoro orientale in “Fiori di loto”, al ghiaccio velato e cristallino di “Galaverna a Szrenica”; dall’impressionismo de “La Seine à Charenton” alla personale visione del mondo caliente di “Algarve”. E se “Lacoste” ed “Èze Village” richiamano due villages perchès, due paesi arroccati sulla costa della Francia meridionale, non bisogna per questo pensare che il tono meditativo dell’album corrisponda ad un tono “arroccato”: semmai a un modo più rispettoso, più antico di guardare il mare, ben diverso dalla chiassosa omologazione turistica. (…)”

Andrea Carpi

Chitarre – Anno XXI – Giugno 2006 – Paolo Somigli Editore

 

 

Guitar Club – Giugno 2006
Musica Classica

Lacoste – Works for Piano

“Lacoste – Works for Piano è l’opera discografica che la pianista-compositrice Luciana Bigazzi ha terminato da poco e che inaugura (con questo cd n. 001) il nuovo marchio di produzione NCM New Classic Music, distribuito da EGEA Distribution. Fin dal primo ascolto, si mette in evidenza il talento compositivo della protagonista che si esprime attraverso un linguaggio personale e riconoscibile, fornendo un’importante prova di interpretazione, all’altezza della proposta musicale. (…)”

Andrea Martini

Guitar Club – Giugno 2006 – n.6 – anno XXIII – Il Volo srl Editore Milano

 

 

CORRIERE DELLA SERA magazine – Milano, 22/06/06
Rubrica My List – Musica

Genere: AI CONFINI

LUCIANA BIGAZZI

LACOSTE

Le atmosfere sono rarefatte, acustiche, intime. Il pensiero corre un po’ a George Winston, un po’ a Tord Gustavsen. Dai quali la pianista torinese si stacca quando inserisce la chitarra che ricama o spagnoleggia (Algarve), aprendo nuovi orizzonti.

Lorenzo Viganò

 

 

CORRIERE DELLA SERA magazine – RCS Quotidiani

N. 25 – 22/06/2006 – allegato al quotidiano CORRIERE DELLA SERA – Anno 131 n.146

Eventi Giugno 2006 La Feltrinelli TORINO    www.lafeltrinelli.it/istituzionale/catalogo/scheda_prodotto

 

 

La Stampa – Torino, Sabato 15 Giugno 2006
Torino/Giorno e Notte

“(…) “Lacoste” è il cd di Luciana Bigazzi: dieci brani originali in cui compaiono oltre al suo piano, la chitarra  di   Maurizio Colonna   e   di   Frank Gambale,  mito del jazz già protagonista, anni  fa, di un fascinoso duo con Colonna. (…)”

Marco Basso

La Stampa – Anno 140 n. 162 – Sabato 15 Giugno 2006 – “Torino/Giorno e Notte

 

 

La Feltrinelli – Torino, Eventi Giugno 2006

Lacoste – Works for Piano

“(…) Lacoste include dieci brani originali composti e interpretati da Luciana Bigazzi, featuring di Frank Gambale (chitarra acustica) e Maurizio Colonna (chitarra classica). Si passa dalle sonorità calienti ed energiche di Plaza Mayor, omaggio a Michel Petrucciani, alle armonie ariose sorrette da semplici e dolcissime melodie delle composizioni marine di Portovenere e Maratea, dalle armonie accese e vigorose di Algarve alle fresche sonorità della chitarra acustica di Frank Gambale che nel terzo brano ricama di ghiaccio e bianco i ritmi pacati e reiterati di Galaverna a Szrenica. (…)”.

Facebook
Facebook
Google+
http://www.lucianabigazzi.com/artist/press
Twitter
Visit Us
LINKEDIN
Instagram